Contributi alle PMI - Provincia di Torino


La Provincia di Torino ha stanziato 200.000 euro alle PMI che si occupano del Biomedicale e delle Biotecnologie nella Provincia di Torino. Si tratta di "un contributo a fondo perduto con il quale verrà supportato l’inserimento in azienda per un anno di massimo due giovani ricercatori; per ciascun ricercatore l’impresa beneficerà di un contributo non superiore a 20.000,00 Euro."
"L’inserimento in azienda dovrà avvenire per un periodo non inferiore ad un anno e secondo le seguenti modalità:
- mediante regolare contratto di lavoro dipendente, anche “a progetto”, sia a tempo pieno che parziale;
- mediante l’attivazione, nel rispetto della normativa vigente, di apposito tirocinio formativo e di orientamento retribuito."
"Possono richiedere l’aiuto tutte le piccole e medie imprese (PMI) che:
- abbiano la propria sede operativa nella provincia di Torino e svolgano la propria attività nelle filiere delle biotecnologie - biomedicale, come descritto nel proprio oggetto sociale;
- siano state costituite posteriormente al 31/12/1998;
- presentino un rapporto tra costi di ricerca e sviluppo e costi totali aziendali superiore al 30%, come risultante dal bilancio dell’ultimo esercizio finanziario approvato; per le imprese di nuova costituzione il rapporto è oggetto di una stima su base di una idonea situazione contabile aggiornata alla data di presentazione della domanda"

Etichette:

domenica 31 maggio 2009
Inserito da: simbon, 17.31 | Link | 0 Commenti

Progetto Piemonte fotovoltaico


La Regione Piemonte ha fatto suo il DM 19.02.2007 al fine di ottenere le tariffe incentivanti introdotte dal "Conto Energia". Cito direttamente dal sito: "Piemonte Fotovoltaico si basa su Convenzioni Integrate tra: le Agenzie, le società del settore delle energie rinnovabili (soggetti attuatori), e il sistema bancario locale (soggetti finanziatori), per la realizzazione di sistemi fotovoltaici “chiavi in mano” a privati, imprese, condomini e soggetti pubblici e/o esercenti di pubblici servizi."
Possono praticamente usufruire della consulenza tutti i soggetti interessati: dai privati ai condomini ai soggetti pubblici. Il progetto "Piemonte Fotovoltaico" guiderà tutti gli utenti nella scelta dell'impianto migliore, dai primi rilievi all'assistenza successiva all'istallazione.
"Altro elemento di notevole interesse è il plafond di 50 milioni di euro spendibili concesso dalle banche."
"Intervenendo alla presentazione del progetto, avvenuta il 29 maggio nel palazzo della Giunta regionale, la presidente della Regione ha sostenuto che si tratta di una delle migliori opportunità di sviluppo economico, in quanto si crea lavoro e si produce risparmio per i cittadini. Piemonte Fotovoltaico diventa così un interlocutore molto interessante per chi vuole realizzare un impianto solare, ma si chiede come fare e a chi rivolgersi. Con la sua nascita si compie un altro passo importante per fare del Piemonte una Regione all'avanguardia, dando nel contempo un forte stimolo all'economia."

Etichette:


Inserito da: simbon, 16.34 | Link | 0 Commenti

Campania: mercato mutui ko

Crisi_MutuoAnche il mercato dei mutui nella Regione Campania sta risentendo fortemente della crisi; è quanto emerge da una ricerca condotta da Kiron.

Lo studio evidenzia una diminuzione nel quarto trimestre del 2008 dei prestiti per l'acquisto di immobili del 28%.

Il volume erogato durante il quarto trimestre è stato di 634 milioni di euro, posizionando la regione al settimo posto nella graduatoria italiana.

A preoccupare sono i dati relativi a tutte le province campane: Napoli -23% Benevento -21%, Caserta -27%, Salerno -32% e Avellino -34%.

Etichette:

giovedì 28 maggio 2009
Inserito da: Andrea, 14.35 | Link | 0 Commenti

Adusbef e il tasso interbancario


L'ADUSBEF Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari e Finanziari lancia un allarme relativamente alla ripresa dei tassi d'interesse e soprattutto sul Euribor a tre mesi. Questo aumento è probabilmente dovuto all'aumento della liquidità nel sistema finanziario europeo che nei prossimi mesi però potrebbe causare un'aumento dell'inflazione.
E pensare che fino ad ora la BCE si è rifiutata di ridurre i tassi a meno dell'1%.
Il problema è che le banche comunque non hanno seguito la discesa avuta fino ad ora mantenendo i tassi per i prestiti alle famiglie ad una media del 8.3% rispetto al 6.6% del resto dell'Europa.

Etichette:

mercoledì 27 maggio 2009
Inserito da: simbon, 14.36 | Link | 0 Commenti

Toscana: aiuto per i mutui

Mutui_SOSLa Regione Toscana ha firmato un accordo con tredici banche per consentire rate del mutuo più leggere per chi è stato licenziato.

Coloro che sono in gravi difficoltà a causa della crisi e hanno un mutuo sulla prima casa, potranno avvalersi del contributo regionale di 1650 euro e da oggi potranno ottenere un ulteriore aiuto.

Una clausola per ottenere le agevolazioni è che il valore della casa, non dovrà superre i 250 mila euro e l’unica garanzia offerta alla banca dovrà essere quella ipotecaria.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 12.06 | Link | 0 Commenti

Nuovo incremento Euribor


I tassi Euribor di oggi hanno avuto nuovi scatti percentuali al rialzo. Il tasso ad un mese è passato dal 0.92% ieri al 0.94% oggi, quello trimestrale dall'1.26% ieri all'1.27% oggi, quello semestrale dal 1.46% ieri all'1.47% oggi.
I tassi Euribor non si erano più praticamente mossi da venerdì della scorsa settimana.
Anche i tassi Eurirs-IRS stanno salendo

Etichette:

martedì 26 maggio 2009
Inserito da: simbon, 13.28 | Link | 0 Commenti

Crisi dei mutui in Calabria

Crisi_MutuoIl mercato dei mutui italiano, per l'acquisto di abitazioni, sta passando davvero un brutto momento a causa della crisi economica mondiale. A risentirne è anche la realtà calabrese dove si è registrato, nel quarto trimestre del 2008 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, un calo del 24% dei mutui erogati.

L'importo del mutuo medio nella regione e' pari a 90 mila euro ed e' il valore piu' basso di tutta la Penisola, contro all'importo medio nazionale di 122.000 euro.

Tutte le province calabresi registrano una variazione negativa: Crotone (-40%), Catanzaro (-29%), Vibo Valentia (-25%), Cosenza (-20%) e Reggio Calabria (-19%).

Etichette:


Inserito da: Andrea, 11.44 | Link | 0 Commenti

Contributi in edilizia - Regione Lazio


La Giunta regionale ha deliberato uno stanziamento di 60 milioni di euro per la costruzione di 330 case popolari e per completare i lavori di altre 86 prevalentemente a Roma ma comunque anche nel resto delle Provincie laziali.
Il finanziamento è relativo agli anni 2009/2010.
Parte dei fondi (27milioni) sono destinati al recupero edilizio soprattutto a Roma mentre il resto è stanziato per la costruzione di nuove case e per chiudere i cantieri in costruzione.
"Nella Capitale gli interventi di recupero sono 6 nel 2009 e 2 nel 2010. In particolare nell'anno in corso si avvieranno i lavori di recupero al Casilino, Laurentino, Cesano, Pietralata, Vigne Nuove, mentre nuovi alloggi saranno realizzati in località Massimina. Nel 2010 invece partiranno i lavori di recupero in vari quartieri di Pietralata e Tiburtino Nord."

Etichette:

lunedì 25 maggio 2009
Inserito da: simbon, 12.30 | Link | 0 Commenti

Mutuo CheBanca!

MutuiNasce Mutuo Risparmio di CheBanca!, la banca online del gruppo Mediobanca-Compass.
Il mutuo offset(cioè agganciato a un conto corrente o a un deposito) che ha come vantaggio immediato una rata scontata, in caso si lascino sul conto i risparmi, anche investiti.

La proposta della banca guidata da Christian Miccoli è un variabile BCE con durata massima 30 anni, ISC a 2,64%, spread a 1,60%.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 12.00 | Link | 0 Commenti

Contributi nell'agroalimentare - Regione Emilia Romagna


La Regione Emilia Romagna punta le proprie risorse pubbliche nell'agroalimentare con il progetto “Programma operativo per i progetti di filiera” il cui bando di partecipazione scadrà il 16 ottobre prossimo. " Il Programma mette al centro la filiera agroalimentare e punta a promuovere l’aggregazione di aziende di produzione, trasformazione e commercializzazione di un determinato comparto produttivo" in modo da avere prezzi più remunerativi per gli agricoltori e maggiori possibilità di risparmio per il consumatore finale. Il Programma punta infatti a promuovere l’aggregazione – intorno un progetto comune - tra le aziende di produzione e tra queste e quelle di trasformazione e commercializzazione di un determinato comparto produttivo. Anzi l’esistenza di questi accordi formali e su un piano di reciprocità tra i diversi settori della filiera agroalimentare è la condizione stessa per poter accedere agli aiuti.
La maggior parte delle risorse stanziate avranno come destinazione il riammodernamento delle aziende agricole e e l’innovazione di processo e di prodotto nel comparto agroindustriale.
I contributi andranno dal 40-50% dell'importo complessivo del progetto per gli investimenti produttivi fino ad un totale del 70% comprendendo le spese di promozione, ricerca pre-competitiva, formazione e consulenza, certificazione di qualità.

Etichette:


Inserito da: simbon, 11.23 | Link | 0 Commenti

Contributi in edilizia - Provincia autonoma del Trentino


Con la delibera approvata il 22 maggio 2009 la Giunta provinciale ha deciso di aumentare lo stanziamento a disposizione della manovra anticrisi relativa ai contributi in edilizia, fino al raggiungimento del fabbisogno complessivo che sarà comunicato - al termine dell'esame delle domande - da Cassa del Trentino. Dalle prime stime effettuate, le circa 3.400 domande pervenute agli sportelli competenti contengono richieste di contributi per interventi sul patrimonio edilizio abitativo pari a circa 85 milioni di euro. La Provincia si impegna a garantire la copertura finanziaria per tutte le domande di contribuzione per ristrutturazioni e altri interventi analoghi in edilizia abitativa (già pervenute o spedite per posta entro il 5 maggio) che saranno giudicate ammissibili da Cassa del Trentino spa al termine della fase istruttoria.

Etichette:


Inserito da: simbon, 10.52 | Link | 0 Commenti

Euribor-Eurirs-IRS in leggera risalita


Risale leggermente il tasso di scambio tra banche Euribor. Se pensiamo che solo quattro giorni fà era del 0.82% su base mensile lo stesso tasso oggi arriva allo 0.91%. Quello a tre mesi passa dall'1.24% all'1.26% (sempre riferito a quattro giorni fa) mentre quello semestrale passa dal 1.44% all'1.46%.
Sono anche in risalita i tassi su cui sono basati i mutui a tasso fisso (Eurirs-IRS) che passano oggi al 3.54% quello a 10 anni, al 4.04% quello a 20 anni, al 3.94% quello a 30.

Etichette:

venerdì 22 maggio 2009
Inserito da: simbon, 13.35 | Link | 0 Commenti

Mutui: giù il mercato dell'Emilia Romagna

Crisi_MutuoLa crisi si fa sentire anche nel mercato dei mutui dell'Emilia Romagna, nel quarto trimestre 2008 il mercato dei mutui-casa hanno registrato una flessione dell'11% rispetto allo stesso periodo del 2007.

In regione sono stati concessi 1.922 milioni di euro di mutui (pari al 13% dei volumi in Italia), ammontare che fa guadagnare alla regione il secondo posto per volumi erogati. L'importo medio del mutuo e' pari a 135.000 Euro, superiore all'importo medio italiano, pari a circa 122.000 euro.

Il calo del quarto trimestre e' influenzato da una situazione provinciale particolarmente negativa a Reggio Emilia (-24%), Parma (-23%), e Piacenza (-22%). In flessione anche Ferrara (-14%), Forli' (-18%), Modena (-16%), e Rimini (-8%). Di segno positivo, invece, le province di Ravenna (+0,3%) e di Bologna (+3%).

Etichette:


Inserito da: Andrea, 13.25 | Link | 0 Commenti

Tracollo dei mutui in Sicilia -25%

Crisi_MutuoI nuovi rapporti sulla domanda dei mutui in Sicilia mettono in evidenza una inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni, quando il mercato finanziario ha finanziato una forte crescita del mercato immobiliare. La flessione dei mutui di oggi è dovuta prevalentemente alla crisi generale e alla conseguente restrizione di liquidita' delle banche.

Anche il mercato dei mutui casa siciliano sente la crisi: nel IV trimestre 2008, infatti, le erogazioni da parte delle banche è calata del 25% rispetto allo stesso periodo del 2007. Da ottobre a dicembre dello scorso anno sono stati erogati 563 milioni di euro (pari al 3,9% del totale nazionale).

Tutte le province siciliane registrano un calo: Caltanissetta (-48%), Ragusa (-40%), Enna (-41%). In particolare quest'ultima, con i volumi erogati si colloca al penultimo posto tra le province italiane. Negativa anche Palermo (-19%).

Etichette:


Inserito da: Andrea, 13.17 | Link | 0 Commenti

Più case per i giovani

mutui_giovaniLa nuova promessa del governo sarà quella di avviare, a partire dal 2010, un piano per la vendita agevolata di appartamenti alle giovani coppie.

A causa della difficolta' dei giovani di trovare casa, visto il costo delle locazioni, il piano sarà incentrao sull'individuazione, in ciascun capoluogo di provincia, di nuovi quartieri in modo da offrire ai giovani appartamenti le cui rate del mutuo saranno pari o inferiori alla media degli affitti di ciascun capoluogo.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 13.04 | Link | 0 Commenti

Compesanzione prezzi materiali da costruzione


Nel 2008 a causa degli aumenti repentini di alcuni materiali da costruzione il Governo con il Dl 162/08 aveva dato la possibilità alle piccole imprese di accedere ad una compensazione percentuale sull'aumento dei prezzi di 22 tipologie di materiali da costruzione.
Il prossimo 8 giugno scade la possibilità di fare istanza di compensazione. C'è da calcolare che i termini di indennizzo si valutano relativamente ai prezzi medi del 2008 rispetto a quelli medi fino al 2003. Se l'incremento di prezzo supera l'8% all'interno del periodo gen-dic08 ci si può rivalere della compensazione per la percentuale data dalla differenza. La percentuale minima scatta al 10% per compensazioni relative ai periodi precedenti.

Etichette:


Inserito da: simbon, 12.26 | Link | 0 Commenti

Mutuo Che Banca!


Che Banca! del gruppo Mediobanca stà pubblicizzando un nuovo mutuo: il Mutuo Risparmio.
E' un mutuo a tasso variabile, che cavalca l'onda dei ribassi dell'Euribor, dove viene ridotta la rata del mutuo relativamente a quanti risparmi sono depositati sul conto collegato. I soldi saranno utilizzabili come su un qualsiasi altro conto, e le riduzioni degli interessi della rata saranno calcolate sulla differenza tra l'importo residuo del mutuo e il saldo medio dei conti collegati. Quindi maggiore è il risparmio minore è la rata. Non solo il proprio conto corrente può concorrere a questa diminuzione ma anche i conti correnti collegati (quindi quelli di amici e parenti).
Questo mutuo permette di finanziare solo fino al 70% del valore dell'immobile, non ha spese d'istruttoria perizia e incasso rate, e offre un'assicurazione di incendio e scoppio sull'immobile.

Etichette:

giovedì 21 maggio 2009
Inserito da: simbon, 16.40 | Link | 0 Commenti

Piano casa per i giovani


All'assemblea generale di Confindustria il Presidente Berlusconi ha affermato che dal 2010 partirà un piano per la vendita agevolata di appartamenti alle giovani coppie.
Questo piano partirà con l'individuazione in ciascun capoluogo di provincia di nuovi quartieri e con l'offerta ai giovani di appartamenti le cui rate dei mutui saranno pari o inferiori alla media degli affitti di ciascun capoluogo.

Etichette:


Inserito da: simbon, 16.02 | Link | 0 Commenti

Crisi domanda di mutui nel Lazio

Crisi_MutuoIl rapporto dell'Ufficio Studi Kìron del gruppo Tecnocasa mette in evidenza la situazione critica relativa alla domanda di mutui nella Regione Lazio.

Nel quarto trimestre 2008, rispetto allo stesso periodo 2007, il Lazio ha fatto registrare un calo dei prestiti del 26%. «Sono stati erogati 1.528 milioni di euro - spiega il rapporto - che rappresentano circa l'11% del totale delle erogazioni. L'importo del mutuo medio della Regione è pari a 136 mila euro, superiore all'importo medio nazionale di 122 mila euro».
Il calo delle erogazioni è riscontrato in tutte le province laziali, in primis Rieti con un -63%, seguita da Frosinone -40%, Viterbo -34% e Latina -26%. E l'andamento non cambia analizzando il dato dell'intero anno. In questo caso le erogazioni nel Lazio registrano un -16%, rispetto al 2007, pari a -1,2 miliardi di euro.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 15.13 | Link | 0 Commenti

Rinvii mutui per le Pmi

mutuiIntesa Sanpaolo propone un nuovo piano di aiuti per le PMI, che potranno far slittare di un anno il rimborso delle rate dei mutui e dei leasing.

Sono state individuate oltre 30 mila aziende che potranno beneficiare di questa iniziativa rivolta alle piccole e medie imprese.

Il rinvio riguarderà tutte le rate scadenti nei dodici mesi successivi alla richiesta, che potrà decorrere dal prossimo luglio. Nello stesso periodo matureranno esclusivamente gli interessi sul debito residuo, che saranno addebitati alle scadenze naturali del finanziamento. Al termine dei 12 mesi, il piano di rimborso delle rate proseguirà regolarmente, ma spostato in avanti di un anno.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 15.07 | Link | 0 Commenti

Cedolare su affitti al 20%


E' stato presentato dalla Lega in Parlamento un emendameto alla Legge sul Federalismo fiscale.
Questo emendamento riguarda gli affitti: la proposta è di applicare ai padroni di casa una tassazione fissa che ammonterebbe al 20% secco della quota di affitto invece di basare la tassa sul reddito totale solo in occasione della dichiarazione dei redditi, mentre per favorire le famiglie a basso reddito gli inquilini potranno detrarre dalla loro dichiarazione dei redditi una parte degli affitti così come attualmente avviene per i mutui.
E' previsto che il gettito da questa manovra diminuisca, ma si spera con ciò di incentivare la stipula di contratti regolari e di far affiorare quella quantità di emerso che sfugge attualmente alla tassazione, dando inoltre la possibilità di ricontrattare i contratti di affitto in essere.

Etichette:


Inserito da: simbon, 14.17 | Link | 0 Commenti

Arrestati per mutui truffa

truffe_mutuiL'organizzazione era composta da insospettabili professionisti, quasi tutti di Milano, Lecco e Casorate Primo, i quali ottenevano tramite un meccanismo collaudato di truffe a banche e finanziarie mutui e prestiti per poi sparire coi soldi.

Il trucco stava nel presentarsi allo sportello «Banca per la casa» della Unicredit per ottenere un mutuo gonfiato, con credenziali false e un prestanome.

Dopo un paio di mesi i prestanome sparivano, con la scusa del licenziamento: alla banca arrivava il risarcimento dell’assicurazione e il giro si chiudeva.

Etichette:

mercoledì 20 maggio 2009
Inserito da: Andrea, 16.46 | Link | 0 Commenti

Euribor al minimo storico

euribor_mutuoIeri l’Euribor a tre mesi, su cui vengono indicizzati i mutui per l’acquisto delle case, ha toccato il nuovo minimo storico: l’1,237%. Il Taeg rilevato da Bankitalia è del 5,56% considerando fissi e va­riabili.

Un esempio del mercato dei mutui: per un prestito quindicinale di 125 mila euro, prima casa, immobile del valore di 200 mila , si passa dal Taeg fisso di Che­Banca! (5,3%) al 6,12% di Unicredit Family.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 16.36 | Link | 0 Commenti

Calo tasso sui mutui

tassi_mutuiIl tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l'acquisto di abitazioni nel mese di aprile è sceso al 4,07%, inferiore di piu' di 20 basis point rispetto al tasso del mese precedente che evidenziava un valore del 4,28%.

Questa diminuzione del tasso rispecchia l'andamento dei tassi fissi e variabili ed e' influenzata anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni a tasso fisso e variabile

Etichette:


Inserito da: Andrea, 16.21 | Link | 0 Commenti

Mutui e prestiti - USA


Finalmente dopo mesi il mercato dei mutui e dei rifinanziamenti immobiliari in USA (nazione da cui è partita la crisi finanziaria dei mutui Sub_Prime) è ritornato in positivo. Nella settimana appena conclusa (il 15 maggio) le richieste di mutui immobiliari sono salite del 2.3%, la maggior parte di questo risultato è dovuto alle richieste di rifinaziamento (+4.5%). Mentre le richieste per l'effettivo acquisto di immobili sono calate del 4.4%.

Etichette:


Inserito da: simbon, 14.06 | Link | 0 Commenti

Calo di fatturato e ordinativi dell'industria


Secondo una ricerca ISTAT per il mese di marzo si è verificato un calo del 0.8% nel fatturato (-17.5% rispetto a marzo scorso) e del 2.7% rispetto agli ordinativi in confronto al mese precedente (-26% rispetto a marzo scorso). Il fatturato è diminuito dell'1.3% sul mercato interno (e poi dicono che non c'è la crisi) e aumentato dello 0.1% su quello estero. Per gli ordinativi si è registrato un 1% di incremento mentre all'estero è calato in maniera abbastanza significativa: -9.4%.
Tra i vari raggruppamenti principali di tipologia si ritrovano nel confronto tra febbraio e marzo un calo dell'1.7% del fatturato sui beni di consumo e dell'-2.1% per i beni intermedi (sempre indici destagionalizzati); rilevano un +1.4% per i beni strumentali.

Etichette:


Inserito da: simbon, 12.51 | Link | 0 Commenti

Fisco e PMI - Parte Seconda


Dal rapporto del presidente della Confcommercio intervenuto al convengno "Fisco e PMI" si delinea l'effettivo "stato di salute" delle piccole e medie imprese italiane da cui è emerso che per 3 imprese su 5 la tassazione è troppo elevata e non sostenibile. Per questo ha sottolineato che la soluzione per questo periodo di crisi potrebbe essere "pagare tutti per pagare meno, ma anche pagare meno per pagare tutti". Attualmente il prelievo fiscale è il 43% del PIL valore che penalizza le imprese e non facilita i consumi.
Dall'intervento è emerso, inoltre, che è meglio procedere con l'informatizzazione per semplificare i rapporti tra imprese e PA in quanto un'impresa su due è ancora in difficoltà per quanto riguarda il dialogo soprattutto sulla complessità e il cambiamento continuo delle norme e degli adempimenti.
E' emerso inoltre un dubbio relativamente agli studi di settore in quanto potrebbero non riportare effetivamente la situazione delle imprese che hanno dovuto affrontare la crisi e che hanno fatto variare in maniera repentina iscrizioni e cancellazioni soprattutto nelle imprese del commercio al dettaglio.
Nonostante sia ancora in fase di studio la Confconmmercio punta sul federalismo fiscale relativamente al "superamento del criterio dei livelli storici di spesa e l’adozione della metodologia dei costi standard ai fini delle politiche di perequazione tra le diverse aree del nostro Paese".

Etichette:

martedì 19 maggio 2009
Inserito da: simbon, 10.13 | Link | 0 Commenti

Mutui - Portabilità


L'antitrust ha aperto 10 istruttorie nei confronti di altrettante banche per non aver attuato la Legge Bersani relativa alla portabilità dei mutui a costo zero introdotta da due anni a questa parte. L'antitrust denuncia di rinunce a cambiare solo a causa dei costi e di cittadini che si lamentano perchè le banche negano la surrogazione e propongono un contratto analogo con costi insormontabili o rallentando le pratiche (con il rischio di perdere i benefici del passaggio a un tipo di tasso differente).
Si ipotizza che questo modo di agire abbia portato ai correntisti un danno di 5.9 miliardi di euro. Questo ha messo in campo le associazioni Adusbef e Federconsumatori che hanno ipotizzato di iniziare ad utilizzare lo strumento della "class action".

Etichette:

lunedì 18 maggio 2009
Inserito da: simbon, 16.31 | Link | 0 Commenti

Mutuo variabile, cresce la domanda

tasso_variabileCrescono le richieste di mutui a tasso variabile a causa delle rate sempre più basse.
Nei primi 4 mesi del 2009, infatti, le domande di mutui a tasso variabile in Italia sono salite dal 17,2% del secondo trimestre 2008 al 44,8% dei primi 4 mesi del 2009.

Oggi un mutuo variabile ventennale di 100mila euro per l'acquisto di una prima casa del valore di 200mila euro da parte di un lavoratore dipendente di 35 anni si trova anche al tasso variabile del 2,10%, che si traduce in una rata mensile di 511 euro.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 15.41 | Link | 0 Commenti

Mutui per i giovani

mutui_giovaniI principali istituti di credito italiani hanno creato delle soluzioni per i giovani single o le giovani coppie.

I mutui per i giovani si caratterizzano in molti casi per l'esenzione dalle spese (tranne che per le spese di perizia tecnica sull'immobile) e cercano di offrire delle formule agevolate come: l’importo finanziabile fino al 100%, la durata del piano di ammortamento fino a 30 anni e varie soluzioni di tasso, dal variabile al fisso, fino a giungere al variabile con rata costante.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 15.30 | Link | 0 Commenti

Fisco e PMI


Si stà svolgendo un Convegno sulla “Fiscalità e Pmi: un fisco sostenibile per le piccole e medie imprese” in cui è emerso (da una ricerca effettuata dalla Confcommercio)che la fiscalità in Italia per le PMI è poco sostenibile. I motivi sarebbero da addebitarsi (secondo il 66% delle imprese interpellate) alla cattiva gestione e allo spreco delle risorse pubbliche, mentre per il 40% il peso delle tasse sono dovute all'evasione fiscale. L'adempimento meno giustificato è l'IRAP (Imposta regionale sulle attività produttive) secondo il 35% delle imprese. Sempre secondo questa ricerca l'introduzione della telematica e delle politiche di semplificazione amministrativa degli ultimi cinque anni non sembrerebbero ancora avere sortito interamente gli effetti sperati. Infatti ancora per il "41% i rapporti restano difficili per il fatto che nel tempo sono aumentate le scadenze e la complessità delle richieste da parte degli uffici della P.A. Norme ed adempimenti che per di più sono spesso interpretati ed applicati in modo differente da regione a regione, da provincia a provincia."

Etichette:


Inserito da: simbon, 15.29 | Link | 0 Commenti

Produzione manifatturiera in calo


Da un'indagine di Federmeccanica sui primi tre mesi del 2009 e sull'effetto della crisi sulla produzione manifatturiera si è evidenziato che sul totale del calo del prodotto interno lordo previsto del 4% su base annua il calo della produzione nel settore metalmeccanico ha influito per il 30%. I cali più marcati si sono avuti nel comparto metallurgico e automobilistico (-40.7%) in particolare. A ciò si aggiunge un calo delle esportazioni della produzione manifatturiera, rispetto allo scorso anno, è diminuita del 28.3%
C'è inoltre da segnalare che il ricorso alla CIG ordinaria è aumentato e si è incrementato anche l'accesso alla CIG straordinaria del 4.6% e risulta, nell'arco dei 12 mesi, decuplicata.

Etichette:


Inserito da: simbon, 14.14 | Link | 0 Commenti

Piano casa


Secondo il CRESME (Centro Ricerche Economiche Sociali di Mercato per l'Edilizia e il Territorio) la risposta più certa e immediata alla crisi economica rimane il "Piano Casa" varato dal Governo.
Da un'ulteriore analisi per il mercato dell'Edilizia per gli anni 2009/2012 a causa del Piano laciato dal Governo, si prevedono investimenti per 42 miliardi di euro. Questo darebbe un buon rilancio all'economia in quanto per l'edilizia abitativa si passerebbe dalla caduta stimata oggi al -12,4%, con 250mila posti di lavoro a rischio, a un vero boom trainato dalla manovra +27% entro il 2010. Questo dato deriva dall'ipotesi che aderiscano solo il 10% dei proprietari di 4,9 milioni di villette uni/bifamigliari e solo il 5% dei proprietari di 3,7 milioni di case a schiera.

Etichette:


Inserito da: simbon, 08.54 | Link | 0 Commenti

Fondo di garanzia - Regione Calabria


E' stato istituito dalla Regione Calabria un Fondo di Garanzia per migliorare l'accesso al credito da parte delle imprese tramite la Banca "Carime". Questo fondo ammonta a 10 milioni di euro ed è stato creato per "tutte le imprese che nei mesi scorsi hanno già beneficiato degli incentivi della Regione per procedere a nuove assunzioni, mediante bandi finanziati dalla Comunità Europea, ma che incontrano difficoltà a ottenere fideiussioni da parte delle banche e delle compagnie assicurative.
Il contributo che la Regione ha offerto alle imprese è pari al cinquanta per cento del costo salariale annuo del neoassunto, elevabile al sessanta per cento nel caso di lavoratori diversamente abili al quale si aggiunge un ulteriore incentivo di massimo duemila euro per realizzare percorsi formativi in azienda. E al 6 di maggio su 765 aziende che hanno beneficiato degli incentivi della comunità europea si contano 6.196 nuovi assunti con contratto a tempo indeterminato e non inferiore a tre anni.

Etichette:

domenica 17 maggio 2009
Inserito da: simbon, 18.00 | Link | 0 Commenti

Case popolari - Regione Toscana


Nella Regione Toscana sono stati avviati lavori per 180 milioni per la costruzione di case popolari. Vi sarà comunque un ulteriore "esame da parte della giunta di un pacchetto straordinario di misure per altri 130 milioni, oltre alla proposta complessiva di riforma del settore, che la giunta ha già approvato e inviato all'approvazione del Consiglio regionale."
Questa iniziativa fà parte delle "misure urgenti e straordinarie volte al rilancio dell’economia e alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente".

Etichette:


Inserito da: simbon, 14.10 | Link | 0 Commenti

Sostegni alle imprese -Regione Friuli Venezia Giulia


"La Regione si appresta a immettere nel circuito economico del Friuli Venezia Giulia 350 milioni di risorse finanziarie aggiuntive,(...) a favore soprattutto dei crediti delle piccole e piccolissime imprese, e a rifinanziare i fondi di rotazione di tutti i comparti produttivi...".
Tutto sommato relativamente alle iniziative prese la Regione non sembra particolarmente colpita dalla crisi in quanto continua a puntare solo sulle iniziative per lo sviluppo già in programma e a potenziare la rete delle PMI.

Etichette:


Inserito da: simbon, 13.10 | Link | 0 Commenti

Misure anticrisi a sostegno della ripresa produttiva - Regione Veneto


La Regione Veneto invece di puntare sull'aiuto alle famiglie e alle imprese stà puntando (come azione contro la crisi) al potenziamento di quelle linee di finanziamento volte a potenziare la produttività. Ad incominciare da una nuova legge per l'occupazione, ad un utilizzo del Fondo Sociale Europeo per "aumentare la conoscenza e l'innovazione a servizio della crescita; sostenere e migliorare il potenziale delle imprese; investire sulle persone; contrastare le discriminazioni; favorire lo sviluppo sostenibile" oltre naturalmente a dare il sostegno della Cassa Integrazione in Deroga.
La prima di queste iniziative è rivolta alla PROMOZIONE IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE. L'assessore regionale Isi Coppola ha sottolineato che "il sostegno all’imprenditoria femminile, in cui il Veneto è stato Regione pilota, ha anche una valenza “anticrisi”". Questa promozione sarà finanziata interamente dalla regione con un contributo totale di 500 mila euro.
L'iniziativa successiva è il FONDO DI ROTAZIONE INVESTIMENTI NEL SETTORE TURISMO, che è uno "strumento finanziario che offre un sostegno alle piccole e medie imprese turistiche che intendono effettuare interventi di ammodernamento e riqualificazione delle strutture ricettive. Il beneficio si concretizza in una riduzione del tasso d’interesse."

Etichette:


Inserito da: simbon, 12.15 | Link | 0 Commenti

Misure anticrisi per imprese e famiglie-Regione Lombardia


Per le iniziative della Regione Lombardia iniziamo a citare l'intervento per le famiglie: un buono da 1.500 euro l'anno (125 euro al mese) per famiglie numerose che verrà corrisposto in tre rate quadrimestrali da 500 euro. Ne possono beneficiare quelle famiglie a basso reddito con almeno tre figli minorenni uno dei quali con età inferiore ai 6 anni. Il "basso reddito" viene individuato quelle situazioni in cui l'IRS (Indicatore della Situazione Reddituale - basato sui redditi del 2007) che in questo caso non deve essere superiore ai 10.000 euro.Il calcolo dell'ISR è fatto tenendo conto di più elementi: il numero dei componenti della famiglia; il reddito complessivo, eventualmente ridotto del canone annuale di locazione dell'abitazione di residenza, e altre caratteristiche (la presenza di persone con handicap o invalidità, famiglie con un solo genitore o con entrambi genitori che lavorano).
Per le imprese sono state messe in campo garanzie per il credito fino a 3 miliardi e finanziamenti per un altro miliardo.
La prima di queste fà capo al progetto "INTERVENTI STRAORDINARI PER FAVORIRE L’ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LOMBARDE ATTRAVERSO IL RAFFORZAMENTO DELLE GARANZIE DEI CONFIDI LOMBARDI ADERENTI a FEDERFIDI" con l'immissione di 20 milioni nel sistema; ulteriori 30 milioni dal Fondo di Garanzia Jeremie basato sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale; un bando per il solo settore del commercio di 4 milioni. Oltre a ciò sono stati stabiliti finanziamenti per un ulteriore miliardo tramite: il Fondo di rotazione per l'imprenditorialità (FRIM) per le Micro e PMI, il Fondo Made in Lombardy volto a finanziare investimenti a medio-termine delle PMI, e il FONDO AGEVOLAZIONI ARTIGIANATO.

Etichette:


Inserito da: simbon, 11.13 | Link | 0 Commenti

Crisi economica iniziative regionali - Valle d'Aosta


Nella regione Valle d'Aosta sono stati impostati degli interventi a sostegno delle famiglie per fronteggiare la crisi.
A parte l'iniziativa del Governo relativa allo sconto del 30% sulla componente energia delle bollette per gli anni 2008-2009 che dalla Regione Valle d'Aosta sono state recepite in toto, si aggiunge la possibilità di richiedere la sospensione del pagamento delle rate dei mutui regionali contratti con la Finaosta s.p.a. (e le Banche convenzionate - Unicredit Banca S.p.A e Unicredit Corporate Banking S.p.A per i mutui della Lr 8/10/73 n. 33 Capo I che riguarda i mutui per il recupero di centri e nuclei abitati).Per i suddetti mutui saranno sospese le rate "scadenza nel periodo 1° marzo 2009 – 28 febbraio 2010, senza che sulle medesime decorrano interessi di mora".
Dalle famiglie disagiate (situazione valutata tramite indicatore ISEE) potranno essere richieste le seguenti esenzioni e bonus:
- bonus riscaldamento che consiste in un buono del valore di 300 Euro per il pagamento del riscaldamento nel 2009;
- esenzione TARSU (TASSA RIFIUTI) e tariffa servizio idrico per il 2009;
- versamento dei contributi volontari pensionistici ai disoccupati cui mancano al massimo tre anni al raggiungimento del diritto alla pensione.
Inoltre per i lavoratori autonomi e per le imprese prevede i seguenti interventi:
- sostegno ai versamenti dei contributi alla previdenza integrativa;
- la possibilità di sospensione dal pagamento dei mutui agevolati accesi con Finaosta S.p.a.

Etichette:

sabato 16 maggio 2009
Inserito da: simbon, 10.47 | Link | 0 Commenti

Usa: crisi mutui ipotecari

Usa_mutuiLa flessione dei tassi di interesse sui prestiti immobiliari non è bastata a frenare la crisi e, la scorsa settimana, le richieste di mutui ipotecari negli Stati Uniti sono diminuite dell'8,6%.

L'indice generale è sceso in una settimana a quota 895,6 da 979,7.
La componente dell'indice relativa alle domande di rifinanziamento ha registrato un ribasso dell'11,2%,mentre le richieste di mutuo per l'effettivo acquisto di un immobile sono aumentate solo dello 0,5%

Etichette:

venerdì 15 maggio 2009
Inserito da: Andrea, 17.02 | Link | 0 Commenti

Usa: piano per salvare i mutuatari

Crisi_MutuoNegli Stati Uniti,sono ancora in molti a rischiare di perdere il diritto di riscatto sulla propria casa.

Il governo Usa ha annunciato nuove misure per risolvere il problema, espandendo di fatto il piano sui mutui da 50 miliardi di dollari lanciato nel mese di marzo.

Le iniziative promuovono in modo particolare la pratica del "short sale", permettendo così a chi ha contratto un mutuo di veder cancellato il debito che deve onorare verso la banca attraverso la vendita dell'immobile.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 16.57 | Link | 0 Commenti

Tasso variabile o fisso?

tassi_mutuiMentre i costi dei mutui a tasso fisso rimangono sostanzialmente invariati, si registra un lieve calo per quelli a tasso variabile.

Il mutuo a tasso fisso più conveniente è offerto da Mps, ma il tasso è leggermente salito, passando dal 4,66% al 4,67%. E la rata è cresciuta di un euro al mese.

Più sensibili i cambiamenti per i mutui a tasso variabile: nella durata dieci anni, il meno costoso è sempre di Mps e ha un tasso iniziale del 2,03%. Il mese scorso lo stesso istituto applicava un tasso del 2,21%. E la rata è scesa da 1.115 euro a 1.106. Nella durata più lunga, 40 anni, l'offerta più conveniente è, oggi come un mese fa, di Bnl. Il tasso iniziale è sceso dal 2,61% al 2,43% e la rata da 403 a 392 euro.


Etichette:


Inserito da: Andrea, 16.48 | Link | 0 Commenti

Interventi ricostruzione in Abruzzo


Via libera dalla Commissione Ambiente del Senato alle modifiche al Dl relativo agli "Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile".
Tra le variazioni: la zona terremotata e quindi i 49 Comuni elencati nei mesi scorsi diventeranno zona franca (ovvero i beni in vendita non saranno gravati dall'IVA e da altre tasse imposte e accise) provvedimento che dovrà ricevere il via libera dall'UE.
La riduzione al 50% degli onorari notarili per le operazioni di rinegoziazione di mutui e finanziamenti, i terreni espropriati e utilizzati per le prime "case campus" verranno pagati a prezzo di mercato, si ribadisce il contributo statale al 100% per la ricostruzione e riparazione degli immobili danneggiati o distrutti dal terremoto, mentre è stato stanziato un contributo fino a 10 mila euro per piccoli interventi di riparazione per consentire alle famiglie di rientrare nelle case che dall'indagine della Protezione Civile risultano lievemente lesionati e di 2.500 euro per unità abitativa per le zone comuni dei condomini.

Etichette:


Inserito da: simbon, 11.49 | Link | 0 Commenti

Finanziamenti da credito cooperativo -Emilia Romagna


La crisi ha portato ad una stretta creditizia alla piccole e medie imprese che si rivolgono sempre di più al Credito Cooperativo. Tra i maggiori Consorzi vi è Fidindustria - Consorzio Regionale di Garanzia Collettiva Fidi per le Piccole e Medie Industrie dell'Emilia Romagna che garantisce finanziamenti esclusivamente a medio termine tramite 9 Consorzi di garanzia fidi operanti a favore delle PMI dislocate in tutte le provincie della regione.
Da una notizia Ansa di oggi si sottolinea "la crescita nel 2008 delle domande a Fidindustria. Per il 2009, poi, arrivera' un'ulteriore espansione. l'anno scorso la quota dei finanziamenti richiesti e garantiti dalla coperativa dei consorzi emiliano-romagnoli e' tornata a superare i 200 milioni. ''Nei primi mesi del 2009 - ha detto il presidente Alessandro Volta - siamo avviati ad un aumento delle richieste di garanzia superiore al 50%''."

Etichette:

giovedì 14 maggio 2009
Inserito da: simbon, 17.40 | Link | 0 Commenti

Nuove regole sui titoli derivati - USA


E' notizia ANSA di questa mattina l'intenzione del Presidente statunitense Obama di stringere il controllo sui derivati dando regole più limitative fino ad una eventuale supervisione diretta.
L'obiettivo è di aumentare la trasparenza del mercato dei derivati che a quanto pare è stato l'elemento scatenante della crisi scoppiata nell'autunno scorso.
Ricordiamo che lo "strumento derivato" è un titolo che ha il valore basato sul valore di mercato di altri beni: le variabili alla base dei titoli derivati possono essere un'azione, un'obbligazione, un indice, una commodity come il petrolio o anche un altro derivato.
I derivati più comuni sono i Future (contratto uniforme a termine basato su strumenti finanziari), l'Opzione (conferisce al possessore il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare o vendere il titolo sul quale l'opzione stessa è scritta, ad un determinato prezzo e/o entro una determinata data, lo Swap (basato sullo scambio di flussi di cassa tra due controparti), e l'Euro OverNight Index Average (calcolato sulla media ponderata dei tassi overnight applicati su tutte le operazioni di finanziamento non garantite, concluse sul mercato interbancario dalle principali banche europee ed è prezzato da due giorni fino a due anni).

Etichette:


Inserito da: simbon, 16.04 | Link | 0 Commenti

Prestiti alle imprese


Dall'Osservatorio della Confcommercio del primo trimestre del 2009 viene segnalatato un calo della domanda di credito da parte delle Imprese (dal 35,9% dell’ultimo trimestre 2008 al 27,7% per il primo trimestre 2009)e un calo della percentuale di imprese che hanno visto accolta la loro domanda di fido.
Sono inoltre sempre più numerose le imprese che hanno ricevuto un importo di finanziamento inferiore a quello da loro richiesto (dal 9,7% al 14,5%) e quelle imprese ancora in attesa di accoglimento della richiesta di finanziamento (dall’8,6% al 14,2%).
"In ogni caso, sia per quanto riguarda la capacità di far fronte al proprio fabbisogno finanziario sia per l’accesso al credito e ai finanziamenti, le maggiori difficoltà sono avvertite, in particolare, dalle microimprese del commercio residenti nel Mezzogiorno".
"Migliora la previsione delle imprese con riferimento al fabbisogno finanziario per il secondo trimestre 2009 (aprile, maggio, giugno) essendo pari a -1,0%, contro la previsione del -8,2% del primo trimestre 2009.
In sintesi, nel primo trimestre 2009 è aumentata la percentuale delle imprese in grado di fare fronte al proprio fabbisogno finanziario rispetto al trimestre precedente, e si ritiene che tale andamento positivo continuerà anche nel secondo trimestre 2009."

Etichette:


Inserito da: simbon, 15.34 | Link | 0 Commenti

Contributi per il terremoto


E' stato presentato oggi il pacchetto di emendamenti legati al decreto legge per l'emergenza terremoto.
Tra questi è confermato che il contributo per la ricostruzione e riparazione delle case interessate dai danni del terremoto coprirà per intero le spese necessarie, ovvero la ricostruzione o riparazione di immobili adibiti ad abitazione considerata principale distrutti, dichiarati inagibili o danneggiati o per l'acquisto di nuove abitazioni sostitutive dell'abitazione principale distrutta. Così come definito dal DL.
Nel frattempo la Procura della Repubblica dell'Aquila indaga sulle responsabilità dei crolli e delle morti per il terremoto soprattutto per le opere pubbliche e ha individuato già 80 figure tra tra costruttori, progettisti, esecutori dei lavori e pubblici funzionari che hanno concesso le autorizzazioni a costruire in contrasto con gli studi della Protezione Civile sequestati.

Etichette:

mercoledì 13 maggio 2009
Inserito da: simbon, 18.08 | Link | 0 Commenti

Usura


Per combattere l'usura, la legge italiana stabilisce periodicamente i tassi di interesse massimi che possono applicati ad un mutuo e agli altri tipi di finanziamento. Ogni tre mesi, il Ministero del Tesoro rileva i tassi di interesse medi praticati dalle banche e dagli istituti finanziari nel corso del trimestre appena trascorso; questi valori (Tassi Effettivi Medi Globali), aumentati di un ulteriore 50%, costituiscono i "tassi limite" applicabili ai contratti di mutuo nel corso del successivo trimestre, ai quali banche e finanziarie devono attenersi per non ricadere nell'usura.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.52 | Link | 0 Commenti

Credit scoring. Cos'e'?


Il credit scoring è un software di cui le banche e gli istituti finanziari si servono sempre più spesso per valutare l'affidabilità creditizia degli aspiranti mutuatari. Grazie ad algoritmi piuttosto complessi, che prendono in considerazione un gran numero di variabili relative alla situazione del richiedente il mutuo, i sistemi di credit scoring stimano quante probabilità esistono che il soggetto possa risultare insolvente durante la vita del finanziamento. Questo modo di procedere porta ad un importante vantaggio: la decisione di concedere o meno un mutuo viene ancorata a criteri quanto più possibile "oggettivi", riducendo così la possibilità di errori o inesattezze. Questi strumenti forniscono alla banca un importante supporto decisionale; alcuni casi, tuttavia, non potranno essere risolti con il semplice ausilio delle macchine e richiederanno un controllo più approfondito da parte di uno o più operatori umani.

Gli aspetti in base ai quali un sistema di credit scoring procede a valutare una richiesta di mutuo sono piuttosto numerosi e attengono alla situazione economica e professionale del richiedente, al tipo di finanziamento richiesto, alle caratteristiche dell'immobile per il quale è stato acceso il mutuo e a molti altri fattori. Si tratta di programmi che, peraltro, si evolvono con il passare del tempo, nel senso che monitorano costantemente ciò che si verifica con i mutui che la banca sta erogando (regolarità nei pagamenti, situazioni di insolvenza, ecc.) e si servono di questi dati per affinare sempre più la loro capacità di analisi.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.48 | Link | 0 Commenti

Se il pagamento e' in ritardo


In genere, il ritardato pagamento di una rata causa un sovrapprezzo sull'importo da corrispondere alla banca. In una situazione di questo tipo scattano i cosiddetti interessi di mora, descritti ampiamente all'interno del contratto di mutuo, che comportano un aggravio sul tasso d'interesse originariamente associato al prestito.

In casi di insolvenza più gravi (sulla base delle condizioni contenute all'interno del contratto di mutuo), l'ente creditizio può imporre al debitore il pagamento del capitale residuo, più una parte degli interessi non ancora maturati. Di fronte all'impossibilità per il mutuatario di saldare il proprio debito, la banca ricorre ai diritti di garanzia in suo possesso per tutelarsi. Se è presente un fidejussore, questi dovrà occuparsi del rimborso delle rate del mutuo comprensive degli interessi di mora, altrimenti la banca procederà al pignoramento dell'immobile sul quale era stata iscritta l'ipoteca (che in genere è quello per il quale era stato acceso il mutuo) e alla sua vendita all'asta.

Il ritardo o il mancato pagamento delle rate previste dal contratto di mutuo può comportare che il nome del mutuatario venga segnalato alla Centrale dei Rischi Finanziari e iscritto nell'albo dei cattivi pagatori, una risorsa di cui si servono banche e istituti finanziari per valutare l'affidabilità creditizia dei loro clienti.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.41 | Link | 0 Commenti

Tassi mutui


In contrapposizione all'articolo del quotidiano "La Stampa" di ieri "Il Corriere della Sera" oggi controbatte continuando a sottolineare che con l'euribor così basso stiano crescendo le domande per i mutui a tasso variabile.
Il Bollettino Ufficiale della Banca d'Italia riporta che il tasso medio per un mutuo di durata superiore ai 10 anni è passato al 5,01% a marzo partendo da un 5,13 % a febbraio e ricordando il 6,10% ad agosto dell'anno scorso. Anche il Taeg (tasso annuo effettivo globale) su tutti i nuovi mutui accesi a marzo scende al 4,42%, rispetto al 4,70% di febbraio ed al 6,11% di agosto 2008.

Etichette:


Inserito da: simbon, 17.37 | Link | 0 Commenti

I mutui Agevolati


Nel caso dei mutui agevolati, il mutuatario può avvalersi di un contribuito da parte dello Stato o di un ente locale (ad esempio, le Regioni) per il rimborso del mutuo. Mentre i mutui ordinari comportano che il mutuatario si faccia carico dell'intero rimborso del mutuo (quota capitale e quota interessi), i mutui agevolati prevedono che di una parte del rimborso del capitale o degli interessi si occupi l'ente istituzionale che offre queste agevolazioni.
Il mutuo agevolato viene di norma concesso a persone che rispondono a determinate caratteristiche

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.32 | Link | 0 Commenti

Cucine in muratura


Costruita su misura, la cucina in muratura, solida e indistruttibile, accetta la sfida della modernità con il fascino delle cucine di una volta. L’amore per i dettagli e la cura dei particolari ci riportano ad atmosfere di un’altra epoca, in cui la cucina riflette un vero e proprio stile di vita, lontano dai clamori mondani e più vicino alle origini familiari. Per chi vuole una cucina tagliata sulle proprie esigenze, con una versatilità realizzativa che permette di inserirle in ogni tipologia di ambiente e di adattarle a qualsiasi stile, fornendo soluzioni eleganti, precise e funzionali.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.29 | Link | 0 Commenti

Barbecue


La fresca brezza estiva risveglia la voglia di aria aperta e convivialità. Quale miglior occasione per preparare un’appetitosa grigliata in giardino? È sinonimo di natura, comfort e relax il barbecue, che raduna familiari ed amici per gustare sapori genuini. A carbone o a gas, i nuovi modelli sono dotati di tantissimi accessori che permettono oggi di ricreare una vera e propria cucina all’aperto.
Coleman e Pininfarina: due marchi storici, leader a livello mondiale nel campo dell'outdoor e del design. Dalla loro collaborazione nasce una nuova generazione di BBQ destinati a modificare il concetto di tempo libero e di vita all'aria aperta. Prodotto di alta gamma, destinato ad un pubblico informato, esigente e attento ai dettagli, Diamento è destinato a conquistare un ruolo importante nei giardini e negli spazi all'aperto più eleganti. L'ambizione di Coleman è quella di proporre una linea innovativa di BBQ in grado di adattarsi in maniera armoniosa ed elegante in giardini e terrazze: per questo Diamento è stato realizzato in tre varianti colore (rosso, nero e blu) in grado di soddisfare tutti i gusti. L'eccellenza, in tema di prestazioni, è provata dal fatto che è l'unico in grado di utilizzare tutti i metodi di trasmissione del calore per garantire la massima libertà di cottura all'aria aperta: convenzionale, a conduzione e infrarossi.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.26 | Link | 0 Commenti

Elementi di decoro


Non assolvono solo alla funzione di separare gli spazi, ma all’interno delle case di oggi le porte sono un elemento d’arredo fondamentale per caratterizzare l’ambiente. Sono firmate da designer di fama internazionale; vengono realizzate con materiali di altissima qualità e con lavorazioni all’avanguardia, offrono un’amplissima scelta fra modelli, materiali, misure e colori.
Sintesi di funzione ed estetica, i sistemi con ante scorrevoli o a battente sono realizzati con le essenze pregiate del legno, o puntano sulla leggerezza del vetro per reinventare lo spazio o per creare giochi di luce e ombra. Ma soprattutto per conferire all’ambiente un tocco aggiuntivo di stile.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.22 | Link | 0 Commenti

Home Loving


sta esplodendo un nuovo trend, che riscopre il piacere di prendersi cura del proprio habitat. Si tratta dell’Home Loving, una tendenza trasversale a tutta la popolazione, oltre che trans-nazionale.

Prendersi cura della propria casa, dunque, non vuole semplicemente dire acquistare mobili ed oggetti di design, o utilizzare materiali un tempo destinati solo ad un’elite, ma anche e soprattutto dedicare il proprio tempo e le proprie energie a lavori di bricolage, alle pulizie, insomma a tutto ciò che consente di rendere più bella ed ordinata casa nostra.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.18 | Link | 0 Commenti

Rimini: record mutui

MutuiUna classifica stilata dal Sole 24 Ore individua Rimini come la città più cara e indebitata d'Italia.

La città dell' Emilia Romagna è la prima per numero di mutui ipotecari e prestiti finalizzati e personali.

Nel 2008 nella provincia di Rimini sarebbero stati erogati 198.211 euro di importo medio per ogni pratica relativa a mutui ipotecari, ben al di sopra della media italiana di 151mila euro, a cui va poi ad aggiungersi la somma di 17.877 euro sotto la voce prestiti.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 10.30 | Link | 0 Commenti

Mutuo seconda casa

Esistono alcune soluzioni di mutui per immobili non adibiti ad abitazione principale, che permettono di continuare ad avvalersi delle detrazioni sugli interessi passivi anche se il mutuatario non utilizza più l'immobile come prima casa.

L'agenzia delle Entrate seganla che il mutuatario potrà godere delle detrazioni sugli interessi passivi pagati per il mutuo nel caso in cui il contraente debba trasferisrsi dalla propria residenza per motivi lavorativi; inoltre le detrazioni ai fini IRPEF vengono mantenute anche se il mutuatario affitta l'immobile.

Potrà godere delle detrazioni sugli interessi passivi anche coloro che siano stati costretti per cause di forza maggiore a ricoveri presso case di cura o presso dei centri di assistenza sanitaria, a patto che non affitttino l'abitzaione.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 10.17 | Link | 0 Commenti

Bce: taglio ai tassi di interesse

Tasso_Mutui
La Banca Centrale Europea ha effettuato un'operazione di ribasso dei tassi di interesse sui mutui portandoli all’1%, attuale minimo storico.
Questa azione avrebbe dovuto portare ad un conseguente abbassamento delle rate dei mutui, ma queste non hanno subito modificazioni.

Il 2009 ha visto il tasso Bce di gennaio scendere al 2 % (dal 2,5 stabilito a dicembre), i primi di marzo l’indice della Bce è sceso ancora, all’1,5%, e solo allora qualcosa ha iniziato a muoversi, fino a quando la Banca di Italia ha registrato che l’indice medio è sceso al 5,01%.

Le banche assicurano stanno già prendendo in considerazione la situazione e che i risparmi verranno più avanti.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 10.05 | Link | 0 Commenti

Mutuo per la prima casa

mutuo_prima_casa, Nasce Mutuo Casa Mia, un prestito bancario finalizzato all'acquisto o alla ristrutturazione della prima abitazione.

Mutuo Casa Mia prevede diverse tipologie contratuali: mutui a tasso fisso per l’intera durata del finanziamento, mutui a tasso variabile, mutui a tasso variabile con tetto minimo o massimo di applicazione, i mutui a tasso variabile con rata costante, e infine mutui a forma mista, grazie ai quali il cliente potrà scegliere se passare dal tasso variabile al fisso o viceversa.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 09.56 | Link | 0 Commenti

Cosa sono le cartolarizzazioni


Le operazioni di “cartolarizzazione” sono regolate in Italia dalla legge 130 del 30 aprile 1999. In base a tale norma la cessione del credito diventa efficace con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’Avviso di Cessione dei crediti (avviso che contiene elencate le caratteristiche comuni di tutti i crediti ceduti).

La Banca d’Italia dispone inoltre che il debitore ceduto debba essere avvisato della avvenuta cessione alla prima occasione utile.

Le operazioni di cartolarizzazione, già largamente diffuse sui mercati internazionali e ora sempre più anche in Italia, consistono - in sintesi - nella vendita di crediti (per esempio mutui, prestiti personali, etc.) ad una società che, per pagarli, emette dei titoli obbligazionari sul mercato (quindi li trasforma in “carta”, da qui il nome di queste operazioni).
In parole semplici: un ente piccolo stipolo un mutuo con chi compra casa. Poi lo rivende per meno soldi ma in contanti ad una grossa banca che puo' permettersi di aspettare 30 anni. Queste le operazioni piu' semplice. Succede che sotto questo termine ricadano operazioni meno trasparenti.

Etichette:

martedì 12 maggio 2009
Inserito da: Futura, 23.49 | Link | 0 Commenti

Incentivi elettrodomestici e mobil


Via libera della Camera alla fiducia chiesta dal Governo sul maxiemendamento interamente sostitutivo della legge di conversione del Decreto Legge 5/2009 (Misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi). Con 298 voti favorevoli e 235 contrari è stato accolto l'emendamento Dis 1.1 interamente sostitutivo dell'articolo unico del disegno di legge.

L’articolo 2 del DL 5/2009 – ricordiamo – introduce una detrazione del 20% delle spese, sostenute tra il 7 febbraio 2009 e il 31 dicembre 2009, per l’acquisto di mobili, elettrodomestici, computer e televisori. Il tetto massimo della spesa agevolabile è fissato a 10.000 euro, e l’importo massimo della detrazione è di 2.000 euro da ripartire in cinque quote annuali. Per accedere alla detrazione è necessario avviare, o aver avviato a partire dal 1° luglio 2008, lavori di ristrutturazione, usufruendo della detrazione del 36%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.45 | Link | 0 Commenti

All'esame della camera riduzione IVA in edilizia


È iniziato la scorsa settimana in Commissione Finanze della Camera l’esame della Proposta di direttiva UE sulle aliquote Iva ridotte su alcune attività, tra cui quella di “riparazione e ristrutturazione di appartamenti, con esclusione dei materiali”.

La proposta di direttiva modificherà la direttiva 2006/112/CE (cosiddetta direttiva IVA) al fine di mettere a regime la facoltà degli Stati membri di applicare aliquote IVA ridotte ad alcuni servizi ad alta intensità di lavoro, già assoggettabili in via transitoria ad aliquota ridotta fino al 2010.

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.42 | Link | 0 Commenti

Riqualificazione energetica


Arriva finalmente con due mesi di ritardo l'atteso provvedimento dell'Agenzia delle Entrate che sancisce i termini e le modalita' per la detrazione del 55% delle spese sostenute nell'arco del 2009 riguardanti le opere di riqualificazione energetica.
Riguarda immobili esistenti e l'installazione di pannelli solari e la sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.38 | Link | 0 Commenti

Contribuzione regionale


L’Assessorato dei Lavori pubblici ha pubblicato un atto di indirizzo applicativo riguardante le modalità di calcolo del contributo regionale in conto interessi sul mutuo prima casa destinato alle giovani coppie. Le nuove modalità di calcolo si applicheranno ai mutui con inizio dell’ammortamento alla data del 1° gennaio 2008.

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.35 | Link | 0 Commenti

Edilizia Abitativa


Con una delibera datata 8 maggio il Cipe ha destinato ben 350 milioni di Euro al programma nazionale detto di edilizia abitativa. Di questi, 150 milioni andranno al fondo immobiliare, mentre gli altri 200 saranno messi a disposizione delle regioni per interventi edilizi che creeranno circa 5000 nuovi alloggi. Il piano originale pero', va fatto notare, ne prevedeva 20 mila. Il programma ed i fondi relativi saranno messi a disposizione subito dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.31 | Link | 0 Commenti

Rischio sismico e muratura


Il tema del rischio sismico è stato da decenni affrontato e sviluppato dall’industria italiana dei laterizi, proprio perché di laterizio sono in larga misura le costruzioni sparse sul territorio, per garantire prodotti e sistemi costruttivi sempre più sicuri.

Con investimenti robusti nella ricerca, con la realizzazione di edifici di riferimento, con la crescita culturale degli operatori, con il controllo di qualità in produzione e nella fase di esecuzione.

Costruire in laterizio in zona sismica è dunque perfettamente coerente con le regolamentazioni più avanzate e garantisce case sicure e collaudate dai massimi esperti in materia a livello internazionale.

Etichette:


Inserito da: Futura, 21.27 | Link | 0 Commenti

Codice Europeo


Le banche, negli ultimi anni, dedicano particolare attenzione, nei rapporti con la clientela, in tema di informazione e trasparenza.
Testimonianze tangibili di questo impegno sono gli Accordi Interbancari sulla pubblicità e la trasparenza delle condizioni, l'istituzione degli Uffici reclami e dell'Ombudsman bancario.
Di recente un passo in più è stato compiuto grazie all'introduzione del Codice Europeo sui Mutui e del Prospetto Informativo Europeo Standardizzato (ESIS).

Le banche che aderiscono al Codice si impegnano a diffondere alla clientela sia informazioni di carattere generale, come la descrizione delle diverse tipologie di mutuo, sia informazioni personalizzate, costruite sulla base di una specifica richiesta di mutuo nel suo iter procedurale.

Il Prospetto Informativo standardizzato a livello europeo, detto ESIS (European Standardised Information Sheet) rende disponibili le caratteristiche del mutuo richiesto e offre la possibilità di confrontare le varie offerte delle banche.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.58 | Link | 0 Commenti

L'edilizia online


Dovrebbero farlo tutte le Regioni e Province ma a volte se ne dimenticano.

Non basta infatti approvare le norme a favore di un determinato settore ma occorre anche farle conoscere ai cittadini, rendendole magari disponibili con un semplice click.

Come fa, per esempio, la Provincia autonoma di Trento.

Tutte le informazioni riguardanti l’accesso ai contributi provinciali a sostegno degli interventi, realizzati da persone fisiche o da condomini, sul patrimonio edilizio abitativo esistente sono adesso disponibili sul sito internet della Provincia di Trento.

A cominciare dai sei moduli (più uno relativo ai cointestatari dell’immobile) per la presentazione delle richieste, a partire dal 4 maggio 2009, agli sportelli territoriali o mediante raccomandata.

Un video informativo spiega inoltre come districarsi fra carte e documenti da allegare alle pratiche da compilare.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.54 | Link | 0 Commenti

Mutuo co intestato


Poniamo l’esempio di due coniugi che hanno stipulato un contratto di mutuo cointestato al 50% per l’acquisto della casa da adibire ad abitazione principale. Anche la proprietà dell’immobile è al 50% tra i due. Uno dei coniugi si accolla al 100% le rate del mutuo.

Come funziona in un caso come questo la detrazione degli interessi passivi su tale mutuo?

Bisogna fare riferimento all’articolo 15 del Tuir il quale stabilisce: qualora il mutuo, relativo all’abitazione principale di proprietà comune sia intestato ad entrambi i coniugi, la detrazione delle rispettive quote può essere conseguita da uno di essi soltanto nell’ipotesi in cui l’altro coniuge sia fiscalmente a carico del primo. Diversamente, la detrazione va ripartita al 50% ciascuno.

Ricordiamo che l’importo massimo degli interessi pagati annualmente su cui calcolare la detrazione è stato recentemente incrementato da 3.615,20 a 4.000 euro, quindi il risparmio d’imposta massimo è pari ad Euro 760,00 (19% di 4.000 euro).

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.51 | Link | 0 Commenti

Le garanzie sul mutuo


La garanzia più comune per l'istituto finanziario che eroga il muto è l'accensione di una ipoteca sull'immobile che il richiedente sta acquistando. L'ipoteca consente al creditore di vendere l'immobile ipotecato di proprietà del debitore, se il debito non verrà rimborsato alle scadenze previste. Di norma, insieme all'atto di mutuo viene costituita l'ipoteca a favore della banca sulla unità immobiliare oggetto del finanziamento. L'ipoteca viene iscritta nei Pubblici Registri immobiliari per renderla pubblica. Va precisato che le banche richiedono l'iscrizione di un'ipoteca di primo grado per un valore superiore al finanziamento erogato per coprire non solo il capitale erogato, ma anche gli interessi, gli interessi di mora, ecc. Il Decreto Bersani Bis ha introdotto la cancellazione d'ufficio dell'ipoteca, a patto che non vi siano crediti residui. In passato l'ipoteca si estingueva automaticamente dopo 20 anni e se si voleva vendere l'immobile occorreva chiedere alla banca l'assenso alla cancellazione.

Oltre all'ipoteca l'ente mutuante può chiedere altre forme di garanzie; come ad esempio l'intervento di un garante o fidejussore, cioè una persona familiare che sia disposta a garantire per noi. Il caso più frequente di garante è quello dei genitori che intervengono per il figlio.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.47 | Link | 0 Commenti

Vince una casa da sogno


c’e’ chi e’ riuscito ad accaparrarsi una casa da sogno in un modo molto interessante tramite internet.

Traude Daniel ha partecipata alla vendita di una villa da 400 metri quadrati tramite una lotteria il cui costo del biglietto e’ di soli 99 euro
villa da sogno.

E’ rimasto letteralmente a bocca aperta, dato che si trovava dal dentista, quando un signore austriaco di 50 anni, ha saputo di aver vinto la villa dei suoi sogni sul lago di Woerthersee, uno dei punti più suggestivi della Carinzia.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.42 | Link | 0 Commenti

Consumi energetici


la vostra casa quanto fa con un litro? Non sto scherzando, si valuta proprio a litri anche l’efficienza energetica di un immobile.

La casa più risparmiosa per esempio consuma un litro di gasolio (equivalente) per metro quadro all’anno, ma al contrario si può andare anche fino ai 150 litri e oltre.

E’ dunque di fondamentale importanza sapere non soltanto a quanto il proprietario intende vendere la casa, ma occorre conoscere anche, se non soprattutto, quanto vi costerà in termini di consumo, magari per il resto dei vostri giorni se non siete soliti cambiare abitazione ogni due o tre anni.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.25 | Link | 0 Commenti

Rate mutui sempre uguali



Da una ricerca del quotidiano "La Stampa" di Torino, si evince che nonostante il costante calo dell'indice Euribor/Eurirs di questi mesi non si stanno vedendo significative modifiche sulle rate dei mutui. Le banche a quanto pare fanno aumentare lo spread (margine che si tiene la banca) quasi di quando scende il tasso Euribor tanto che le variazioni sul mutuo nonostante il forte cale dei tassi d'interesse sarebbero di pochi euro al mese. Figurarsi che lo spread medio è passato dallo 0.7% di aprile 2008 al 2% dopo un anno.
Come viene spiegato dal Centro Studi dell'Abi:"Lo spread è una componente del prezzo complessivo. Il rialzo è legato alla situazione generale che ha reso la raccolta delle banche più costosa. Oggi rastrellare capitali a medio lungo termine è diventato più costoso. Mancano investitori per gli strumenti finanziari di medio lungo termine e se li scelgono vogliono ritorni economici più alti".
Guarda a caso gli interessi applicati ai conti correnti dei risparmiatori hanno invece seguito pari pari la diminuzione del tasso d'interesse.

Etichette:


Inserito da: simbon, 17.27 | Link | 0 Commenti

Prestiti e mutui


Osservando i siti delle maggiori banche si scopre che il Gruppo Unicredit propone tutta una linea di finanziamenti dedicati ai giovani, sia per coloro che stanno ancora studiando che per i neolaureati, per chi vuole accendere un mutuo e per chi pur avendo un lavoro "flessibile" vuole accendere un mutuo che sarà assicurato con una polizza che copre il rischio di insolvenza.
Ma ciò che mi ha colpito di più è una linea di finanziamento per la rinegoziazione dei mutui dedicata alle famiglie in difficoltà nel pagamento della rata. Questa linea si chiama Insieme 2009 ed è stata creata ad-hoc per questo periodo di crisi finanziaria. Infatti tra le cause di "difficoltà" sono annoverate: la perdita del posto di lavoro per dipendenti a tempo indeterminato e per tutte le categorie di lavoratori atipici, la cassa integrazione, la separazione o divorzio, per famiglie con figli a carico, il decesso.Con questo sistema viene sospeso il pagamento della rata del mutuo fino ad un massimo di 12 mesi, le rate saranno posticipate e accodate al piano di ammortamento originale del mutuo senza costi aggiuntivi, oneri o interessi di mora.

Etichette:


Inserito da: simbon, 14.53 | Link | 0 Commenti

Prestiti per la casa ecologici


Anche la BNL ha una linea di finanziamento per chi volesse installare un impianto fotovoltaico, solare o termico per la propria abitazione.
Propone due linee di finanziamento:
BNL Energia XL
- Importo finanziabile da 10.000 a 100.000 €
- Durata da 61 a 120 mesi
- Tipologia rata costante, mensile e posticipata, comprensiva di capitale e interessi
- Preammortamento previsto in max 30 gg. con pagamento interessi in unica soluzione mediante trattenuta sull’ erogato.
- Commissione di istruttoria 0,50% per anno con limite massimo di 299€
- Commissione per estinzione anticipata 1% del capitale residuo
- Assicurazione per far fronte al pagamento delle rate nel caso di sinistri o eventi inattesi che possono compromettere, anche temporaneamente, la capacità di rimborso: 0,60% del capitale finanziato, per anno
- E'richiesto un conto corrente BNL
BNL Energia XL 180 che differisce dalla soluzione precendente per:
- Importo finanziabile da 20.000 a 100.000 €
- Durata da 121 a 180 mesi
- Preammortamento previsto in max 150 gg. con rate mensili di soli interessi
- Assicurazione All Risk

Etichette:


Inserito da: simbon, 14.17 | Link | 0 Commenti

Previsioni per Euribor e Irs


Il taglio del costo del denaro da parte della Bce giovedì scorso e la seguente ipostesi di un ulteriore taglio del 25% ha portato ad una previsione di ulteriori ribassi del tasso Euribor e Irs (tasso che preventiva un più lungo periodo e quindi influisce anche sui mutui a tasso fisso).
Attualmente il tasso Euribor a 3 mesi è fissato all'1.3% e si prevede che arrivi all'1.1% tra giugno e settembre per risalire al tasso attuale a dicembre. Sempre secondo le previsioni crecerà gradualmete il prossimo anno fino ad attestarsi al 2.1% a fine 2010. Quindi i prestiti e soprattutto i mutui a tasso variabile rimarranno convenienti per tutto il 2009.
Per il tasso Irs di tre anni fra tre anni attualmente è previsto al 2.15%, a Maggio 2010 al 2.79% e a Maggio 2011 al 3.4%. Anche questa previsione ci dà un indice di quanto anche i mutui a tasso fisso convengano maggiormente in questo anno di crisi.

Etichette:


Inserito da: simbon, 12.17 | Link | 0 Commenti

Bergamo è tra le province italiane più indebitate considerando mutui e prestiti.


Le geografia dell'indebitamento viene calcolata considerando l'importo medio per pratica erogata nel 2008 e ci si riferisce ai mutui ipotecari e ai prestiti finalizzati e personali. Ebbene, se Rimini è la città più «spendacciona» con un totale di 216.088 euro (198.211 euro la media di un mutuo e 17.877 euro la media di un prestito), Bergamo è in 6ª posizione con 205.264 euro: 184.587 euro per il mutuo e 20.677 euro per il prestito, è sempre un valore medio. La nostra città è la prima in Lombardia, seconda è Brescia con 194.203 euro. Il capoluogo italiano più «risparmioso» è Medio Campitano in Sardegna con un totale di appena 108.184 euro.

Etichette:

lunedì 11 maggio 2009
Inserito da: Futura, 18.51 | Link | 0 Commenti

Tassi da usura


Nella disciplina vigente l'usura è un delitto contro il patrimonio previsto dall'art. 644 del codice penale commesso da chi, approfittando dello stato di bisogno di una persona, si fa dare o promettere, in corrispettivo di una prestazione di denaro o di altra cosa mobile, interessi o vantaggi usurari.

Il codice penale punisce anche la mediazione usuraria, cioè il comportamento di chi si intromette tra la persona in stato di bisogno e l'usuraio, facendosi dare per la mediazione un compenso usuraio.
in materia di mutui e credito al consumo, come accennato si configura il reato di usura quando i tassi di interesse di un prestito, superano dei valori prestabiliti. Questi valori, conosciuti più comunemente come tassi soglia vengono determinati ogni tre mesi e per ogni tipo di categoria o prodotto finanziario viene stabilito un tetto massimo di interesse, oltre i quali si configura il reato di usura.

Quindi Istituti di credito o agenzie finanziarie che dovessero "prestare" denaro a chi ne fa richiesta, deve farlo a condizione che i tassi di interesse applicato al prodotto non superino i tassi di usura stabiliti; se ciò non avvenisse e cioè l'istituto bancario non dovesse attenersi a tali limiti diventerebbe subito usuraio con tutte le conseguenze legate al caso in specifico, anche con la perdita di qualsiasi diritto sui tassi ritenuti legali, cioè entro il limite prestabilito.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.41 | Link | 0 Commenti

Intestavano il mutuo ai defunti


Falsificando le carte d’identità si sarebbero fatti dare mutui vari da banche e prestiti da società di finanziamento per 800 mila euro. E' stato rinviata al prossimo 30 settembre, per il legittimo impedimento di un avvocato, l'udienza preliminare che avrebbe dovuto aprirsi oggi, davanti al gup Fabio Favalli di Imperia. Sette gli imputati accusati a vario titolo di truffa, falso, sostituzione di persona ed evasione fiscale (solo per qualcuno). Si parla anche di mutui intestati a nome di persone defunte, che ovviamente non sarebbero state in grado di rifondere il debito. L’imperiese Luciano Rossetti, il lombardo Roberto Rossetto e Ferdinando Bellini, di Abbiategrasso, considerati gli organizzatori dell'imbroglio, si sono visti contestare il reato di associazione a delinquere. Le altre 4 persone sono considerate complici. La truffa fu scoperta nel 2004 dalla Finanza di Imperia, le indagini vennero coordinate dalla compianta pm Manuela Trifuoggi.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.42 | Link | 0 Commenti

Garanzie Aggiuntive


La fidejussione è la procedura attraverso la quale un soggetto (fidejussore) si impegna in prima persona nei confronti dell'istituto di credito e garantisce l'adempimento dell'obbligazione del mutuatario. In parole povere, il fidejussore assicura alla banca di occuparsi personalmente del saldo del debito a carico del mutuatario, nel caso in cui questo non riesca effettivamente a farvi fronte. In virtù dell'impegno che comporta una simile garanzia, nella maggior parte dei casi il fidejussore è un parente stretto o un congiunto del mutuatario.

La fidejussione rientra all'interno della categoria delle garanzie personali, al pari del mandato di credito, dell'avallo e dell'anticresi; si tratta, in tutti i casi, di diritti di garanzia che permettono al creditore di rivalersi sul patrimonio di un soggetto diverso dal mutuatario, nell'eventualità in cui questi risulti inadempiente.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.38 | Link | 0 Commenti

L'estinzione


Talvolta la banca può affiancare alla penale alcune spese di chiusura del mutuo, il cui importo è fisso e generalmente piuttosto contenuto. Le condizioni attraverso le quali il mutuatario può estinguere in via anticipata il mutuo sono in ogni caso ampiamente descritte all’interno del contratto di mutuo stipulato con l’ente mutuante.

Le indennità richieste dalla banca variano anche a seconda del tipo di mutuo scelto. Si osserva infatti come, in genere, le penali relative ai mutui a tasso fisso tendano ad essere superiori rispetto a quelle previste per i mutui a tasso variabile.

Uno dei modi attraverso il quale le banche si tutelano da eventuali estinzioni anticipate consiste nel concentrare gli interessi nelle prime rate che il mutuatario si troverà a pagare (si consideri, ad esempio, quanto previsto dal piano di ammortamento “alla francese”). In questo modo, con il trascorrere del tempo, diventa sempre meno conveniente per il mutuatario estinguere in via anticipata il proprio debito, poiché questi ha già corrisposto all’ente mutuante una parte consistente degli interessi previsti sul capitale prestato. L’estinzione anticipata del mutuo può invece rivelarsi una scelta indicata in determinate situazioni, come ad esempio nel caso in cui si desideri acquistare una nuova casa (e quindi si abbia la necessità di accendere un nuovo mutuo) oppure nell’eventualità in cui, in presenza di un tasso variabile, si assista a delle variazioni del mercato monetario sfavorevoli.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.28 | Link | 0 Commenti

Il tasso fisso


Sono due i parametri da cui dipende l’ammontare del tasso fisso: l’Eurirs o Irs (Euro interest rate swap) e lo spread. Il tasso Eurirs, comunicato quotidianamente dalla Federazione Bancaria Europea, corrisponde alla media delle quotazioni alle quali gli istituti finanziari europei praticano l'Interest Rate Swap. Il suo valore varia in funzione della durata del mutuo: maggiore è la durata del mutuo, maggiore sarà il tasso Eurirs che il mutuatario dovrà corrispondere alla banca; ciò dipende dal fatto che, all'aumentare della durata del mutuo, aumentano in maniera corrispondente i rischi connessi al finanziamento che la banca dovrà sopportare. A determinare il valore finale del tasso fisso concorre poi lo spread imposto dalla banca, che equivale al guadagno che la banca trarrà dal prestito ed è in genere compreso tra l'1% ed il 3%.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.25 | Link | 0 Commenti

Niente piu' botteghe nei quartieri


Un'altra saracinesca tirata giù. Negozi morti per sempre, che difficilmente riprenderanno vita. La crisi economica, l'avanzata della grande distribuzione, il reddito degli italiani in discesa perenne, hanno cancellato nel 2008 30mila negozi.

"È la prima volta che si assiste a un saldo negativo - spiega Marco Venturi, presidente della Confesercenti - di solito tanti ne chiudevano, tanti ne riaprivano". E il 2009 sarà peggio: nei premi tre mesi 20mila commercianti hanno chiuso bottega. E se continua di questo passo nel giro di cinque anni si perderebbero 150mila posti di lavoro.

La crisi colpisce tutto il commercio: ristoranti, bar e negozi. Negli ultimi due anni s'è accanita sulle drogherie (-14,1%), sulle mercerie (-11,9) e sui fruttivendoli (-8,2). Crisi e grande distribuzione sono i maggiori imputati della morte delle botteghe. "Discount e ipermercati sono stati i killer della drogheria sotto casa - commenta Giuseppe Roma, direttore generale del Censis - ma non dimentichiamo realtà come Ikea, che ha dato un colpo al negozio di mobili, i megastore di elettronica, che hanno messo in crisi il rivenditore di radio e tv. Un gigantismo che tra l'altro fa soffrire il negoziante, costretto a pagare affitti impossibili per uno spazio in un centro commerciale, e il piccolo imprenditore".

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.20 | Link | 0 Commenti

Il mutuo risparmio


CheBanca! ha presentato oggi Mutuo Risparmio, un nuovo tipo di mutuo a tasso variabile che offre la possibilità di ridurre la rata in base al risparmio accumulato ogni mese sul proprio conto corrente CheBanca! Ecco come funziona.

In pratica più si risparmia e meno salata sarà la rata del mutuo a fine mese. Non solo. Il nuovo mutuo offre anche la possibilità tutta nuova di collegare al proprio mutuo altri conti CheBanca, ad esempio quello dei propri genitori, fino a un massimo di quattro conti CheBanca! (incluso il proprio).
Per fare un esempio, su un mutuo di 100mila euro (da rimborsare in 25 anni con un tasso del 3%) alla fine della durata del mutuo si avrebbe un risparmio di 17.940 euro versando 250 euro ogni mese sul proprio conto.

Se i conti sono più di uno? Grazie ai conti collegati, su un mutuo di 100mila euro (da rimborsare in 25 anni con un tasso del 3%) e con risparmi collegati di tre diversi conti CheBanca! per complessivi 24mila euro, la rata scenderà da 474 euro al mese a 389 euro al mese.

Mutuo Risparmio è senza spese perché non prevede spese d’istruttoria, perizia, incasso rata. In più offre gratuitamente l’assicurazione incendio e scoppio sulla nuova casa. I soldi depositati sui conti collegati al mutuo sono senza vincoli e sono disponibili in ogni momento.

Etichette:

sabato 9 maggio 2009
Inserito da: Futura, 19.54 | Link | 0 Commenti

In mostra la casa ecologica



Fara' tappa a Rieti, dal 13 al 15 maggio in Piazza Mazzini, la mostra 'la Casa EcoLogica'. Curata dall'ufficio energia della Provincia di Rieti, l'esposizione come si legge in una nota dell'amministrazione di Rieti, porta nelle piazze d'Italia, tutte le buone pratiche ecocompatibili per una convivenza sana e pacifica nel rispetto del pianeta e degli esseri viventi. L'allestimento della mostra e' strutturato come una vera e propria casa.

L'intera struttura e' dotata di sistemi energetici e idrici funzionanti, alimentati da energie rinnovabili e soluzioni per il risparmio energetico: collettori solari per la produzione di acqua calda a circolazione naturale e forzata, pannelli solari fotovoltaici e generatore eolico per la produzione di energia elettrica. Saranno esposti elettrodomestici ed apparecchi ad alta efficienza energetica e per l'illuminazione a basso consumo, infissi a doppi vetri.

Un ampio settore della mostra e' dedicato alla bioedilizia con esempi di sezioni di pareti e tetti isolati con materiali naturali. L'esposizione fa parte del del progetto 'Ri-nova' sulle energie rinnovabili, in collaborazione con l'associazione Paea progetti alternativi per l'energia e per l'ambiente. Sara' possibile visitare 'la Casa EcoLogica' gratuitamente dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.44 | Link | 0 Commenti

Famiglie monoreddito, servono piu' aiuti



Secondo la Federconsumi, attraverso una politica piu' severa contro l'evasione fiscale, sarebbe possibile raccogliere fondi che ci consentirebbero di non risentire la crisi in atto e di ridistribuire la ricchezza in modo da allentare la morsa sulle fasce deboli della popolazione e alle molte famiglie a rischio.
La crisi, secondo la federconsumi, e' piu' seria del previsto, ed in alcuni casi sottovalutata, mentre il previsto calo del Pil del 4% per il solo 2009 potrebbe avere conseguenze devastanti, se non correttamente bilanciato da provvedimenti seri.
la social card ed il bonus alle famiglie, non sono interventi in grado di apportare sollievo o modifiche sostanziali di questa situazione, fanno sapere i Presidenti di Adusbef e Federconsumatori.
Secondo ambedue queste associazioni, occorre aiutare la piccola e media impresa, sostenere la domanda ed i consumi e ridurre le tasse sui redditi.
Adusbef e Federconsumatori, inoltre, auspicano una riduzione generalizzata dei prezzi di almeno il 20% ed il sostegno al reddito ai lavoratori che perdono il proprio posto di lavoro.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.19 | Link | 0 Commenti

Come cambiano i tassi


Nella giornata di ieri i tassi di interesse in Europa, per decisione della Banca Centrale Europea, sono scesi al minimo storico dell’1%; il costo del denaro è stato infatti tagliato dello 0,25%. Di conseguenza, anche i prestiti, i fidi bancari, i mutui ed il credito al consumo, a partire dalla carte di credito revolving, dovrebbero allinearsi/adeguarsi a tale riduzione.
In virtù del taglio al costo del denaro della BCE, l’Associazione ADOC stima che da tale beneficio, unitamente al calo dei prezzi di gas e petrolio, dovrebbero generarsi a favore delle famiglie risparmi medi pari a 130 euro al mese a famiglia, corrispondenti a ben 1.560 euro annui.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.14 | Link | 0 Commenti

Sisma in Abruzzo - Ricostruzione


Per le zone colpite dal terremoto (quindi per quei paesi compresi nell'elenco dei 49 comuni presentato dalla Protezione Civile) la ricostruzione della prima casa verrà garantita al 100% indipendentemente dal valore pregresso della casa quindi anche per case con valore superiore ai 150 mila euro.
Entro fine giugno ci si aspetta il rientro degli sfollati negli edifici agibili e parzialmente agibili, in questo caso gli interventi per riacquisire la completa funzionalità delle case sarà a spese della Protezione Civile.
Per gli sfollati che non riusciranno a rientrare nella propria casa verranno messe a disposizione entro il 30 di ottobre delle casette di legno.
Vengono lasciati ai sindaci gli interventi d'urgenza tra cui le demolizioni e l'assistenza agli sfollati.
C'è da segnalare che le donazioni pro Abruzzo saranno deducibili solo se effettuate tramite le fondazioni, le associazioni, i comitati e gli enti da individuare con un decreto del Prefetto dell'Aquila.

Etichette:

venerdì 8 maggio 2009
Inserito da: simbon, 12.03 | Link | 0 Commenti

Boom delle ristrutturazioni in nero


Maxi bliz del Nucleo Speciale Entrate delle Fiamme Gialle che ha individuato 5.246 evasori tra le ditte edili su tutto il territorio nazionale, operazione avviata nel 2006 e che ha portato ora ad evidenziare circa 3 miliardi di euro di evasione fiscale.
Il meccanismo dell'evasione è basato su due fattori:
- l'occultamento degli introiti derivati dalle fatture emesse ai contribuenti per ottenere sgravi fiscali sulla dichiarazione dei redditi e che hanno portato a circa 500 milioni di IVA non versata all'erario;
- sul dilagare del lavoro nero. Sono circa 10.000 le posizioni lavorative irregolari segnalate dalla GdF, da qui ne deriva un danno all'erario per i mancati versamenti dell'irpef e dei relativi contributi sanitari e previdenziali.

Etichette:

giovedì 7 maggio 2009
Inserito da: simbon, 11.19 | Link | 0 Commenti

Il Mutuo Balloon


E' a una vecchia tipologia che non aveva avuto in passato un grande successo, ma che per alcune sue caratteristiche potrebbe risultare una buona alternativa nell’attuale frangete economico-finanziario. Si chiama mutuo balloon e non sono molte le banche che danno la possibilità di sottoscriverlo. Il suo peculiare funzionamento prevede rate rate semestrali o annuali che vanno a copertura dei soli interessi maturati; il rimborso del capitale invece avverrà con scadenze più lunghe o tramite versamenti periodici d’importo variabile. Questo tipo di mutuo è particolarmente indicato per chi non ha entrate certe o lavori flessibile e saltuari e può trovarsi in alcuni periodi dell’anno, o in un particolare momento della vita, con meno disponibilità finanziaria. Insomma la libertà che da non dover restituire la quota capitale in maniera continuativa può essere utilizzata per svariati fini e fa comodo a diverse tipologie di cleinti. D’altra parte l’estrema flessibilità può essere pericolosa per chi non ha un’attenta gestione del proprio patrimonio.

Etichette:

mercoledì 6 maggio 2009
Inserito da: Futura, 20.02 | Link | 0 Commenti

Coperture Assicurative



Le coperture assicurative sui mutui sono ormai diventate la regola, data l’estremo rischio insolvenza connaturato ai periodi di crisi. BNP Paribas Personal Finance, la banca specializzata nel credito immobiliare del Gruppo BNP Paribas in Italia, ha appena inserito due nuove polizze nell’offerta della sua gamma Mutuo 02. Le partener di qusta nuova proposta sono la Cardif, compagnia d’assicurazione di BNP Paribas Assurance, polo assicurativo del Gruppo BNP Paribas e leader mondiale nella Creditor Protection Insurance, e la CF Assicurazioni, specializzata in servizi assicurativi abbinati al credito per la famiglia. Queste polizze hanno il doppio obiettivo di proteggere sia la casa che la polizza. Indirettamente, dato che la banca ha la certezza del rientro del credito oggetto di copertura assicurativa, portano anche ad un risparmio sulle spese di istruttoria e all’ottenimento di un buon tasso. La Cardif, con “Formula Tandem”, garantisce il rimborso del debito residuo in caso di invalidità totale e permanente ed in caso di decesso e prevede la copertura delle rate in scadenza in caso di infortuni o preblemi con il lavoro. La CF Assicurazioni invece, propone una polizza “Incendio e scoppio e eventi atmosferici” che copre i danni causati alla casa dovuti a incendio, fulmine e esplosione o scoppio.

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.59 | Link | 0 Commenti

Il mutuo di consolidamento debiti


Se si hanno piu' obblighi finanziari con rate a scadenza mensile e' possibile raggruppare le rate in una unica con un mutuo definito nutuo consolidamento debiti. La finalita' oltre che pratica dato che semplifica in un unico obbligo mensile, e' quella di riuscire a ridurre l'onere cercando di ottenere un tasso unico piu' basso e quindi piu' favorevole. Il mutuo di consolidamento debiti, rende dunque piu' semplice la gestione economica e spesso serve a liberare piccole quote di capitale che possono essere utili ad un miglioramento del tenore di vita famigliare

Etichette:


Inserito da: Futura, 19.54 | Link | 0 Commenti

Usa aumento della domanda di mutui

Usa_mutui, Una ricerca effettuata dalla Mortgage Bankers Associations (MBA) evidenzia che il mercato immobiliare statunitense ha fatto registrare una crescita delle domande di mutuo del 2% nella settimana al 1° maggio 2009.

Anche l'indice relativo alle domande di rifinanziamento è cresciuto, passando all'1,2%. Inoltre i tassi sui mutui trentennali sono saliti al 4,79% dal 4,62% precedente.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 15.36 | Link | 0 Commenti

UK: mutui inaccessibili per i meno abbienti

Mercato_Immobiliare,
Il mercato immobiliare del Regno Unito sta vivendo una fase che vede l'emergere della mancanza di mutui accessibili. Questo fattore sta aumentando la distanza tra ricchi e poveri, contribuendo così ad accrescere la forbice di divisione sociale.

La ricerca effettuata dal National Hausing and Planning Advice Unit (NHPAU) conferma proprio questa tendenza e mette in evidenza l'accentuarsi delle disuguaglianze esistenti tra i cittadini.
Il risultato è che il 10% della popolazione più ricco ha visto aumentare, prima della crisi, il valore delle proprie case ad un tasso triplo rispetto a quello di cui ha goduto il 10% di cittadini più poveri, e non è previsto un trend diverso per la prossima generazione.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 14.44 | Link | 0 Commenti

Il nuovo "Mutuo Esatto"

mutui
Micos Mutui, banca del Gruppo CheBanca!-Mediobanca, propone ai propri clienti una nuova formula di prestito chiamata Mutuo Esatto. 

Il mutuo proposto è un variabile a rata costante e durata variabile, con un aumento massimo delle rate fino a 5 anni, 8 anni per mutui di durata superiore ai 25 anni; il target principale è identificabile con la famiglia e il single, equiparato a un affitto.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 14.29 | Link | 0 Commenti

Mutui Agevolati per le comunita' montane


Per tutto l’anno 2009, la Comunità Montana dell’Appennino Faentino, grazie ad una apposita convenzione stipulata con la Banca di Romagna, permette alle famiglie residenti di poter stipulare mutui agevolati sia per l’acquisto, sia per la costruzione e ristrutturazione di immobili urbani o rurali aventi come finalità quella di utilizzo come prima casa. Nello specifico, i comuni interessati a tale agevolazione sono quelli di Riolo Terme, Casola Valsenio e Brisighella (provincia di Ravenna), con la possibilità per le famiglie di poter contrarre un finanziamento immobiliare agevolato a partire da un minimo di 30 mila euro; il massimale è di 100 mila euro per la ristrutturazione dell’unità immobiliare adibita a prima casa, e di 150 mila euro per le unità immobiliari prima casa nei casi di acquisto o di costruzione.

Etichette:

martedì 5 maggio 2009
Inserito da: Futura, 20.43 | Link | 0 Commenti

Mutui: molto bene i variabili


Mutui variabili mai così bassi: nonostante l'aumento degli spread applicati da quasi tutte le banche, cresciuti anche di mezzo punto, oggi la media dei prestiti indicizzati si pone al di sotto del 3%. Gap più ampio
Il divario con i prestiti a tasso fisso si aggira tra i 2,5 e i 3 punti, e anche questo è un record, dato che il gap fisiologico si colloca attorno al punto e mezzo. I prestiti a 20 anni sono quotati in media a tasso variabile al 2,5%, mentre a tasso fisso al 5,3%; traducendo in termini di rata significa che se per il mutuo indicizzato si ottengono 100mila euro pagando 530 euro al mese per la rata fissa bisogna sborsarne ben 147 euro in più. La forbice si allarga sui 30 anni; se servono 398 euro per il variabile ne occorrono 170 in più per il fisso.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.39 | Link | 0 Commenti

Illeciti Acegas


AcegasAps,societa' di distribuzione del gas quotata alla borsa di Milano,dovra' restituire 1,3 milioni di euro per aiuti di stato non dovuti.
Lo ha reso noto la stessa societa' che ha ricevuto la notifica dall'Agenzia delle Entrate. Il recupero della somma (entro maggio) e' stato deciso dalla Commissione Ue ed e' relativo alla cosiddetta 'moratoria fiscale'. La decisione e' stata impugnata dal Governo italiano e dalle societa' coinvolte e il relativo giudizio e' ancora in corso.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.34 | Link | 0 Commenti

Tetto del 4%


Con una Circolare del 30 aprile 2009 sono stati definiti i criteri attuativi da parte delle banche per l'applicazione automatica del tetto al 4% per i mutui a tasso variabile è stata così esclusa la presentazione della domanda da parte dei privati. Per fare ciò sono stati trasmessi dal Ministero delle Entrate degli elenchi a ciascuna filiale, solo chi non rientra in questi elenchi dovrà presentare entro il 31 gennaio 2010 un'autocertificazione alla propria banca che attesta il possesso dei requisiti necessari per accedere alle agevolazioni: mutuo prima casa, a tasso "non fisso", stipulato prima del 31 ottobre 2008. La stessa cosa potranno fare "coloro che intendano richiedere l'agevolazione per un immobile diverso da quello incluso nell'elenco dell'Agenzia delle Entrate" che dovrà provvedere a far variare il suddetto elenco. Per chi ha acceso un mutuo in una banca diversa da quella in cui ha il conto corrente il contributo deve essere accreditato con valuta del giorno di scadenza della rata, ove ciò non sia possibile dovrà essere applicato un rendimento annuo del 1,38% per il periodo che intercorre dalla data di scadenza della rata al giorno dell'effettivo accredito.
Se il mutuo è cointestato a più mutuatari solo chi soddisfa i requisiti potrà ricevere il contributo sulla base della quota di rata da loro corrisposta.

Etichette:


Inserito da: simbon, 11.14 | Link | 0 Commenti

Mutuo Edilizio


Il mutuo fondiario prevede fondi da destinarsi alla ristrutturazione, restauro o edificazione completa di un edificio. Tali fondi vengono rilasciati in un'unica soluzione e possono essere utilizzati per una o piu' unita' immobiliri.
Al contrario il mutuo edilizio, viene rilasciato gradulamente ad avanzamento lavori. L'ipoteca viene trascritta naturalmente sull'immobile soggetto a ristrutturazione, oppure, nel caso di edificazione sul terreno sul quale l'edificio sorgera'.

Etichette:

lunedì 4 maggio 2009
Inserito da: Futura, 18.12 | Link | 0 Commenti

MUTUO; QUANDO SI PAGA IN RITARDO


Ritardare un pagamento di una rata di mutuo, o un mancato pagamento, possono comportare l'iscrizione del nome del mutuatario inadempiente alla centrale dei rischi finanziari segnalandolo automaticamente come cattivo pagatore. Tale "fedina del pagatore" costituisce un riferimento per banche, finanziarie e istituti di credito che consultano tali archivi per avere garanzie sulla storia finanziaria di un aspirante mutuatario, facendo in questo modo tutte le valutazioni dal caso sulla concessione o meno del finanziamento.
Il ritardo o il mancato pagamento delle rate previste dal contratto di mutuo può comportare quindi non solo che il nome del mutuatario venga segnalato alla centrale dei rischi finanziari e iscritto nell'albo dei cattivi pagatori, una risorsa di cui si servono banche e istituti finanziari per valutare l'affidabilità creditizia dei loro clienti, ma anche alla perdita di proprietà dell'immobile: si perde tutto senza possibilità di poter in prima persona accedere ad altri finanziamenti, con la stessa banca o con altre.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.09 | Link | 0 Commenti

le assicurazioni sul mutuo


Tra le più richieste polizze assicurative che un istituto di credito bancario richiede solitamente quando viene stipulato un contratto di mutuo, troviamo la polizza sull'immobile interessato, o polizza incendio. Tale polizza è molto importante ed in caso di mancato pagamento, da parte del mutuatario, del premio annuale di assicurazione, la banca viene immediatamente informata su tale inadempienza come da contratto. Al verificarsi di tale eventualità la banca stessa provvede al pagamento del premio in prima persona, onde evitare che la copertura assicurativa decada per mancato pagamento, per poi rivalersi successivamente sul mutuatario. Alcune banche pretendono, proprio a tal proposito, che la copertura assicurativa venga corrisposta in un'unica soluzione, costo sicuramente rilevante specie per i mutui particolarmente lunghi, onde evitare gli inconvenienti dovuti ad un mancato pagamento del premio della polizza durante la durata del finanziamento.
Tra le altre polizze assicurative che possono accompagnare il rilascio di un mutuo, vi è la polizza vita, o la polizza di invalidità permenente che prevedono solitamente, al verificarsi delle condizioni per cui si sta richiedendo tale assicurazione, che la compagnia di assicurazione invii gli indennizzi direttamente alla banca e che la stessa provveda successivamente ad estinguere il debito residuo del mutuo o quanto meno a ridurlo. Nell'eventualità che l'indennizzo ecceda il debito residuo, la parte rimanente viene corrisposta al mutuatario, in caso di invalidità permanente, ai familiari o eventuali beneficiari posti sul contratto in caso di decesso dell'interessato.
Un'altra polizza assicurativa che può essere richiesta da una banca o da un istituto di credito è la polizza per la perdita del posto di lavoro, perdita dell'impiego, o per l'invalidità temporanea. Tale copertura assicurativa prevede un indennizzo risarcitorio direttamenre proporzionale al periodo di persistenza dell'infortunio o del periodo di inattività lavorativa. La compagnia di assicurazioni risarcirà in quel caso la banca ed eventuali differenze per eccesso o difetto verranno regolate direttamente con il mutuatario.

Etichette:


Inserito da: Futura, 18.05 | Link | 0 Commenti

Bonus fiscale per le zone terremotate


Si è concretizzato con il DL 39 del 2009 il bonus per adeguare gli immobili (anche non abitativi) alle leggi antisismiche nella zona del terremoto nell'aquilano. Questo bonus darà la possibilità di detrarre dall'Irpef il 55% delle spese sostenute per l'adeguamento. Tutto ciò varrà per quei privati che otterranno il Nulla Osta rilasciato dalla Protezione Civile su ogni singola struttura, solo però per le aree e i comuni compresi nell'elenco che definisce i limiti della zona colpita dal terremoto.
Per i privati che vogliano adeguarsi alle leggi antisimiche rimane il 36% di sgravio Irpef definito per le manutenzioni ordinarie.

Etichette:


Inserito da: simbon, 17.36 | Link | 0 Commenti

Sos Mutui per la crisi

Mutui_SOS, Da oggi 4 maggio, la Toscana mette a disposizione un contributo per il sostegno al reddito dei lavoratori che hanno perso il posto di lavoro e non hanno ammortizzatori sociali e per quello, anch'esso di 1.650 euro, a favore dei lavoratori titolari di mutuo per l'acquisto della prima casa (sia licenziati che in cassa integrazione).

Potranno beneficiare del contributo i lavoratori licenziati, i lavoratori a progetto e i lavoratori a tempo determinato.

La Regione per questo piano ha già stanziato 5 milioni di euro, di cui 3 milioni e 500 mila destinati al sostegno al reddito e 1 milione e 500 mila ai contributi per i mutui.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 17.20 | Link | 0 Commenti

Surrogare o sostituire?

E' possibile rinegoziare i termini del mutuo in corso trattando con la stessa banca che ha emesso, quando cambiano le condizioni di mercato o le proprie condizioni personali ed economiche.
Laddove non ci fosse un'intesa e' altresi' possibile negoziare con una banca diversa, condizioni migliori o la chiusura totale del vecchio mutuo e la conseguente apertura di un nuovo mutuo.
In questo secondo caso sono necessarie nuove pratiche di accensione, il pagaemnto dei relativi importi e la firma dei nuovi documenti comprovanti i nuovi obblighi.
Se invece si trasferisce il vecchio mutuo da una banca all'altra senza modificarne la sostanza, questa si definisce surrogazione, e la procedura e' molto semplice e veloce, solitamente non dispendiosa.

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.05 | Link | 0 Commenti

La manutenzione straordinaria

Opere di manutenzione straordinaria raggruppano interventi di modifica sostanziale e rinnovo di tutte o parte delle strutture portanti di un edificio. ne sono esempi i muri portanti, e le architravi.
La realizzazione di un bagno laddove l'ambiente fosse precedentemente destinato ad uso diverso e' catalogato come opera straordinaria, l'accorpamento di piu' unita' abitative in una unica per esempio, o il contarrio, la suddisione di uno spazio unico in appartamenti diversi sono tutti esempi di opere straordinarie; per le quali occorre presentare domanda ai comuni competenti sul territorio, allegare progetti, pagare gli oneri richiesti e a seguito di approvazione denunciare la data di inizio dei lavori.
E' determinante rivolgersi dunque a professionisti qualificati, che conoscano il piano edilizio, onde evitare il disborso di somme ulteriori ed un rallentamento dei lavori o, nel peggiore dei casi, un divieto a procedere con i lavori

Etichette:


Inserito da: Futura, 17.01 | Link | 0 Commenti

La ristrutturazione

Ristrutturare la propria abitazione significa spesso un'ingente impiego di capitali e risorse, per soddisfare criteri di igiene e risparmio energetico, oltre che per soddisfare criteri estetici e un migliore sfruttamento degli spazi abitativi ed accessori.
Per ristrutturazione si puo' intendere l'ambiente nella sua interezza o parti architettoniche ed elemnti sia interni che esterni.
Si puo' catalogare la ristrutturazione come "piccole opere" ordinarie o straordinarie o come "grandi opere".
Le piccole opere non abbisognano di concessione edilizia o permessi e non vi sono dunque quote da versare ai Comuni. mentre le grandi opere presuppongono, pratiche burocratiche, solitamente la presentazione di progetti e relativa approvazione, domande, concessioni e quindi il pagamento degli oneri relativi che variano in base ai Comuni, alle metrature coinvolte, al tipo di edificio e al tipo di destinazione d'uso.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.49 | Link | 0 Commenti

Le Agevolazioni

Quando si acquista la prima casa, cioe' a dirsi la residenza principale del nucleo familiare, gli interessi del mutuo sono detraibili dal modulo irpef. La detrazione ammonta ad una percentuale del 19% per un importo totale fino a 4000euro.
Si devono pero' soddisfare alcuni requisiti: come gia' detto l'abitazione deve essere quella principale entro almeno i 12 mesi successivi all'acquisto. Nel caso dunque si acquisti un immobile affittato bisognera' provvedere alla notifica di sfratto all'inquilino oltre alla documentazione necessria a domostrare la residenza entro il termine indicato.
Nel caso di immobile da ristrutturare veine concesso un periodo invece piu' lungo. Fino a 24 mesi.
Se invece di acquistare un immobile esistente si volesse edificare cambieranno nuovamente i tempi ma non i termini nella sostanza. Bisognera' che la stipula si svolga o antecedentemente all'inizio dei lavori o entro sei mesi dall'inizio.

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.44 | Link | 0 Commenti

La rata


Per rata si intende una parte del capitale dovuto alla parte mutuante, sommata di solito agli interessi ed alle spese e suddivisa in termini temporali tra mensili, trimestrali o in alcuni casi semestrali.
Gli interessi aumentano ed a quelli si sommano le more nel caso in cui si ritardi il pagamento, il ritardo, legalmente si verifica quando la somma dovuta viene versata con un mese di ritardo dopo la scadenza fino a 6 mesi di ritardo.
Se si verificano sette ritardi durante la vita di un mutuo, anche non consecutivi, la banca puo' reclamare la restituzione dell'intera somma prestata e dunque in sostanza sciogliere il contratto

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.38 | Link | 0 Commenti

PIANO DI RIMBORSO (AMMORTAMENTO)


Con il termine piano di ammortamento si definiscono le modalita' ed i tempi con cui la parte richiedente il mutuo restituira' alla banca la somma ricevuta piu' gli interessi.
La modalita' quota piu' interessi e' detto mutuo alla francese, le quote capitale crescono e gli interessi diminuiscono con la durata del mutuo, a scalare.
Esistono altre forme come il mutuo "balloon" poco usato in Italia, o solo interessi per i primi anni con restituzione del capitale dopo una certa data, oppure dai piani a rate crescenti (le rate di rimborso non sono fisse ma aumentano di importo ad ogni rata), o ancora a rata fissa ma a durata variabile, determinata dalle oscillazioni dei tassi che determinano l'ammontare dovuto e quindi il periodo necessario al rimborso

Etichette:


Inserito da: Futura, 16.34 | Link | 0 Commenti

Crisi: sospensione dei mutui

Crisi_Mutuo
La crisi finanziaria ed economica ha fatto incrementare il numero di famiglie che non riescono più a pagare la mensile rata del mutuo per l’acquisto della prima casa ad uso residenziale.

Per questo motivo i principali istituti di credito consentono la sospensione per tutto il 2009 delle rate da pagare sul mutuo. Questa sospensione "anti-crisi" non prevede costi aggiuntivi nè penali

Etichette:


Inserito da: Andrea, 10.42 | Link | 0 Commenti

Mutuo a tasso misto

Tasso_misto
Nasce il mutuo Fisso+ promosso dalla Banca di Manzano.
Questa formula di finanziamento prevede l’applicazione di un tasso fisso per il primo periodo, e di un tasso variabile parametrato all’Euribor a 6 mesi, per la restante parte.

Il mutuo Fisso+ ha durata massima di 30 anni e permette al cliente di pagare rate fisse per un primo periodo di tre, cinque o sette anni, per poi godere di eventuali ribassi nel livello dei tassi di interesse di riferimento.

Etichette:


Inserito da: Andrea, 10.25 | Link | 0 Commenti

Fondo immobiliare Etico


Oggi come stima un'indagine del Cresme, l'emergenza abitativa, causata da redditi che non crescono quanto gli affitti e da costi al metro quadro schizzati alle stelle con il boom immobiliare, rischia di creare una nuova classe di poveri.
Per arginare il fenomeno, l'Associazione nazionale abitativa cooperanti sta per lanciare un fondo immobiliare etico (il via libera di Bankitalia è atteso tra 60 giorni) in grado di costruire in dieci anni almeno 30mila alloggi da concedere poi in locazione a canoni compresi 350 e 700 euro al mese. Il modello si ispira all'esperienza della Fondazione Cariplo, anche se sotto il profilo operativo viaggia in tutt'altra direzione. Fondazione Housing di Cariplo parte da una dotazione finanziaria e poi cerca un "tetto", mentre Ancab - Legacoop mette in gioco la capacità produttiva di tutte le coop su tutto il territorio nazionale e punta a raccogliere risorse sia da investitori istituzionali che da società private ed enti non profit.

Etichette:

domenica 3 maggio 2009
Inserito da: Futura, 20.41 | Link | 0 Commenti

Gli affitti in nero crescono


I numeri piu' delle parole. La mancata registrazione degli affitti e dei fabbricati non censiti o dichiarati in una categoria diversa da quella effettiva d'uso fanno perdere agli erari di Stato e Comuni quasi tre miliardi di euro ogni anno. Un vero tesoretto di cui sono responsabili, per quasi un miliardo di euro, le 500mila case affittate in nero, senza contare i falsi comodati e le altre forme di irregolarita' applicate nelle locazioni. A livello nazionale sono, quindi, affittate illegalmente da parte dei proprietari privati 15 abitazioni su 100, ma al Nord si sale a una su tre. E senza considerare i finti comodati, le locazioni estive e gli stranieri irregolari.
Ma gli affitti non sono il solo reddito che sfugge al Fisco nel mondo del mattone. La partita e' piu' che mai aperta su altri due fronti: le case ex rurali e i fabbricati fantasma, cioe' esistenti nella realta', ma non sulle mappe catastali. Inoltre, se le uniamo a fabbricati, edifici ex rurali e via dicendo, le case "fantasma" per il Fisco sono oltre 6 milioni, il 10,9% del totale.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.34 | Link | 0 Commenti

Le agevolazioni per i proprietari


Sono oltre 3 milioni i cittadini italiani che dal 1998 a oggi hanno ristrutturato un immobile usufruendo della detrazione Irpef, attualmente del 36% delle spese sostenute. Si tratta degli sconti previsti delle agevolazioni sui lavori di recupero del patrimonio edilizio.
Sono molte le norme e le novità introdotte negli ultimi anni e in particolare quelle della Finanziaria 2008 che ha proroga la detrazione fiscale del 36% a tutto il 2010, mantenendo alla stessa data anche l'aliquota Iva agevolata del 10%.
Per consentire così ai contribuenti di continuare ad utilizzare al meglio tutte le detrazioni, l'Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida "Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali", scaricabile dal sito www.agenziaentrate.gov.it e in distribuzione gratuita presso gli uffici locali.
Ancora tre anni, quindi, di vantaggi fiscali per chi si accinge a ristrutturare la propria casa o pensa di acquistare un immobile direttamente dall'impresa di costruzione o di ristrutturazione (o cooperativa edilizia) che ha ristrutturato l'intero fabbricato.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.23 | Link | 0 Commenti

Piano casa: niente edilizia pubblica per ora


Alla fine governo e Regioni hanno raggiunto l'intesa.
Dopo lunghe trattative, la scorsa notte hanno detto si' a una bozza che conferma gli aumenti volumetrici del 20% per villette e condomini fino a mille metri cubi (vale a dire le abitazioni uni e bifamiliari) e del 35% nei casi di abbattimenti e ricostruzioni, purché siano usati materiali e strutture a basso impatto ambientale compiuti con tecniche di bio-edilizia.
In ogni caso sono esclusi centri storici e aree protette, nel pieno rispetto dei programmi urbanistici. Sparite anche le risorse per l'edilizia pubblica e gli affitti sociali: in cambio si e' stabilita l'apertura di un tavolo tra governo e Regioni per uno studio di fattibilita' su misure e risorse da adottare per l'edilizia pubblica e gli affitti.

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.18 | Link | 0 Commenti

Bonus Elettrico


Con una delibera del 27 aprile scorso l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, in accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico, ha deciso di prorogare la scadenza per la presentazione delle richieste di Bonus elettrico “retroattivo”, cioè relativo all’anno 2008. In sostanza, chi presenterà la domanda entro il 30 giugno 2009 avrà diritto al bonus a partire da gennaio 2008 fino ai 12 mesi successivi alla produzione dell’istanza.
Chi invece farà la richiesta dopo il 30 giugno avrà diritto allo sconto sulle bollette soltanto per i 12 mesi successivi. Inizialmente questo termine era stato fissato per il 30 aprile

Etichette:


Inserito da: Futura, 20.11 | Link | 0 Commenti

Certificato antisismico



Sulla scia del disastro avvenuto in Abruzzo è stata anticipata di un anno (dal giugno 2010 al giugno 2009) la bozza di DL che è all'esame della Conferenza Stato-Regioni e che imporrà la certificazione di collaudo statico da allegare a qualsiasi atto di compravendita di immobili (anche e soprattutto quelli acquistati con mutuo per i quali stanno ventilando la possibilità che il certificato debba essere allegato alla richiesta del mutuo).
Questa certificazione antisismica toccherà anche il "Piano Casa": qualsiasi "premio cubatura" dovrà essere accompagnato dal certificato antisismico. Nelle zone in cui il rischio sismicità è elevato dovrà essere messo in sicurezza tutto l'edificio.
Dallo stesso DL saranno possibili, senza dichiarazioni di inizio lavori, interventi di manutenzione straordinaria in cui rietreranno l'installazione di pannelli solari e gli adeguamenti per l'eliminazione delle barriere architettoniche.

Etichette:

sabato 2 maggio 2009
Inserito da: simbon, 11.14 | Link | 0 Commenti