mutui cattivi pagatori

Mutuo cattivi pagatori – merito creditizio

Concedere un mutuo ai cattivi pagatori è un’operazione che le banche fanno molto difficilmente. Le banche dati conservano dati sul merito creditizio di tutte le persone che hanno fatto ricorso a qualche formula di finanziamento.

Si diventa cattivi pagatori facilmente, basta poco ad esempio

  • per il ritardato pagamento di una rata di un finanziamento o di un mutuo. Il mancato pagamento è una inadempienza contrattuale che può essere segnalata nelle centrali rischi finanziari.
  •  In conseguenza di particolari problemi avuti con un istituto di credito e ritardi nella restituzione della somma prestata.
  • Per aver subito un protesto, non avendo fatto fronte ad un pagamento di un assegno o di una cambiale. Di conseguenza venendo iscritti nel registro dei informatico dei protesti.

Mutuo a cattivi pagatori iscritti negli elenchi delle centrali di rischio

Nel caso dei cattivi pagatori le centrali rischi pubbliche e private sono solite conservare  le caratteristiche dei soggetti che richiedono prestiti e mutui. Queste informazioni sono registrate in appositi archivi. Quindi ogni volta che un qualsiasi soggetto richieda un finanziamento, la società che lo dovrebbe erogare, consulta queste archivi.

La presenza o meno del soggetto negli archivi e la sua caratterizzazione di cattivo pagatore incidono sulla valutazione della fattibilità del mutuo. Queste informazioni concorrono a determinare il punteggio credit scoring di cui si servono le banche e le finanziarie per valutare la concessione di un mutuo casa o di un qualsiasi finanziamento.

Invece nel caso dei protestati la situazione è più pesante e solitamente crea difficoltà maggiori al momento della richiesta di un qualsiasi tipo di finanziamento o mutui.

Ci sono diversi istituti di credito e banche che concedono il finanziamento, ma solo dietro presentazioni di solide garanzie. In ogni caso è sempre necessario sanare la situazione che ha dato luogo al protesto o all’iscrizione in centrale rischi.

Bisogna regolarizzare le situazioni debitorie in modo da rendere possibile la richiesta di cancellazione dello status di protestato. Decaduti i presupposti che hanno decretato l’inserimento, si può legalmente pretendere la cancellazione dei propri dati da questi registri.