lotteria degli scontrini

La Lotteria degli Scontrini e Cashless

La Lotteria degli Scontrini nasce dal Programma Cashless che letteralmente vuol dire senza moneta. Creato dal Governo Conte II per incentivare l’uso di carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate e altri pagamenti elettronici in alternativa dei contanti.

Perché nasce la Lotteria degli Scontrini ?

Lo Stato sta cercando di promuovere la lotta all’evasione fiscale e limitare il fenomeno dell’economia sommersa, cioè quella economia che contribuisce al prodotto interno lordo del paese ma che non è tassata.

La Lotteria degli Scontrini quindi, nasce con lo scopo d’incentivare sia i consumatori che gli esercenti. Entrambe le parti infatti, possono partecipare all’estrazione di premi in denaro. L’idea è stata promossa dall’allora Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nell’ambito del cosiddetto Piano Italia Cashless.

Chi può partecipare alla Lotteria degli Scontrini?

Possono partecipare tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni e servizi. Gli acquisti devono essere effettuati esclusivamente con mezzi di pagamenti elettronici per i quali è rilasciato lo scontrino.

Ogni acquisto genera biglietti virtuali che consentono di partecipare alla lotteria. I biglietti verranno emessi per ogni transazione a partire da 1 euro e ad un massimo di 1000 euro. Ogni euro speso dà diritto ad un biglietto.

Ad esempio: se spendo 10 euro, ho diritto a 10 biglietti, ma, se ne dovessi spendere 1.005 euro, otterrò 1000 biglietti, cioè il limite massimo. C’è da sapere anche che, se effettuiamo un acquisto da 1 euro e 50 centesimi, otteniamo 2 biglietti. Questo perché viene presa in considerazione l’eventuale cifra decimale superiore ai 49 centesimi che quindi produrrà un altro biglietto virtuale.

Cosa non consente di partecipare alla lotteria degli scontrini?

Gli acquisti:

  • con un importo inferiore a un euro
  • effettuati online
  • effettuati nell’esercizio di attività di impresa, arte o professione

Nella fase di avvio della lotteria degli scontrini non consentono di partecipare:

Gli acquisti:

  • che sono documentati mediante fatture elettroniche
  • per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio acquisti effettuati presso farmacie, para-farmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.)
  • per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale

E non consentono di partecipare alla lotteria:

  • I biglietti di teatro e cinema
  • Gli scontrini emessi da benzinai

Inoltre per partecipare è necessario avere il codice lotteria.

Come ottenere il codice lotteria?

Utilizzando un qualsiasi dispositivo come: PC, tablet e smartphone, puoi ottenere il codice lotteria. Come? Accedendo al portale www.lotteriadegliscontrini.gov.it . Entra nell’aria pubblica partecipa ora e inserisci il codice fiscale. Leggi l’informativa, accetta la privacy e inserisci il codice di sicurezza generato.

Clicca su genera codice e ottieni il codice che è univoco e collegato al codice fiscale che puoi stampare o salvare sul tuo smartphone. È un codice alfanumerico da presentare al momento dell’acquisto prima del pagamento cashless.

Come controllare gli scontrini?

Gli scontrini possono essere controllati sul portale della lotteria degli scontrini. Devi accedere all’area riservata. La registrazione avviene tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) solitamente associata alla Tessera Sanitaria. Vai nella sezione riservata agli acquirenti inserendo i tuoi dati personali quali:

  • nome
  • cognome
  • indirizzo
  • e-mail
  • numero di telefono

nell’area riservata troverai una finestra dove saranno indicate le voci:

  • il mio calendario estrazione
  • i miei scontrini
  • i miei dati personali
  • assistenza

Inoltre troverai gli scontrini caricati validi per la lotteria, i biglietti generati e le estrazioni a cui parteciperai.

Dove finiscono i nostri dati?

Al sistema della lotteria arrivano solo i dati riguardanti l’importo speso, la modalità di pagamento elettronico e il tuo codice lotteria, mentre non arrivano i dati riguardanti la tipologia del bene o del servizio acquistato.

I dati raccolti sono conservati nella banca dati del sistema lotteria dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Sono utilizzati esclusivamente nelle estrazioni e per risalire a te solo in caso di vincita. Questo avviene tramite l’abbinamento codice lotteria – codice fiscale. Né l’esercente né altri potranno invece risalire alla tua identità.

Cosa dovrà fare l’esercente?

L’esercente, nel momento in cui effettua la registrazione telematica dell’operazione di vendita, prima dell’emissione dello scontrino, deve memorizzare il codice lotteria che il cliente mostra al momento dell’acquisto. Acquisto che dovrà essere effettuato con metodo di pagamento cashless di importo pari o superiore a 1 euro.

In pratica il commerciante che vende deve:

  • scansionare il codice lotteria con un lettore ottico collegato al registratore telematico (o digitarlo sul tastierino del registratore stesso)
  • memorizzare i dati dell’operazione
  • accettare il pagamento con carta, bancomat o altro strumento elettronico di pagamento
  • emettere il documento commerciale (scontrino).

In questo modo, sullo scontrino, sarà riportato sia il codice lotteria del cliente che l’importo pagato in elettronico.
Il registratore di cassa, trasmetterà in automatico i dati al sistema della Lotteria degli Scontrini (gestito dall’Agenzia delle entrate e dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli).

Come si identifica uno scontrino della lotteria degli scontrini?

Ogni scontrino è identificabile tramite i seguenti campi:

  • numero del documento commerciale (es. DOCUMENTO N. 0001-0002)
  • data e ora (es. 04-02-2021 12:54)
  • matricola dispositivo trasmittente preceduta dalla sigla RT o Server RT (es. RT 35IAT123456, Server RT:36SAT123456)
  • identificativo di cassa presente solo in caso di Server RT, riportato sotto la matricola dispositivo trasmittente (es. ECR 03540007)
  • importo (es. 20,50€).

I dati dello scontrino saranno trasmessi dall’esercente, entro la fine della giornata di emissione. In caso di impedimenti tecnici, non oltre i 12 giorni.

Le estrazioni come avverranno?

Le estrazioni della Lotteria degli Scontrini saranno settimanali mensili e annuali e premieranno sia i consumatori che gli esercenti, con premi diversificati.

Per gli acquirenti

  • estrazioni settimanali con 15 premi da 25.000 euro
  • estrazioni mensili con 10 premi da 100.000 euro
  • Seguirà l’estrazione annuale con un premio di 5.000.000 di euro

Per gli esercenti

  • estrazioni settimanali con 15 premi da 5.000 euro
  • estrazioni mensili con 10 premi da 20.000
  • seguirà l’estrazione annuale con un premio di 1.000.000

Gli acquisti senza contanti di Febbraio, parteciperanno alle estrazioni mensili che prenderanno il via Giovedì 11 Marzo 2021. Ogni secondo giovedì del mese ci sarà l’estrazione mensile. Saranno considerati gli scontrini trasmessi e registrati nel sistema della lotteria entro le 23:59 dell’ultimo giorno del mese precedente.

Le prime estrazioni settimanali si terranno Giovedì 10 Giugno 2021. In questa data verranno considerati tutti gli scontrini trasmessi nel sistema dal 31 maggio 2021 al 6 giugno 2021 entro le ore 23:59. A partire da questa data, tutti i giovedì, avverranno le estrazioni settimanali. Saranno considerati tutti gli scontrini trasmessi e registrati dal sistema lotteria dal lunedì alla domenica, fino alle ore 23:59, della settimana precedente.

La prima estrazione annuale è prevista all’inizio del 2022 e premierà uno degli acquisti cashless effettuati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021. La data dell’estrazione annuale, sarà poi individuata da un atto del Direttore Generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Se i giorni scelti per le estrazioni dovessero coincidere con una festività nazionale, l’estrazione è rinviata al primo giorno feriale successivo.

Come riscuotere i premi della Lotteria degli Scontrini?

Ogni scontrino potrà risultare vincente a una sola estrazione settimanale, a una sola estrazione mensile e a una sola estrazione annuale. Non occorre esibire alcuno scontrino per riscuotere il premio. I premi della lotteria non sono soggetti a tassazione.

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli effettua il pagamento dei premi esclusivamente mediante bonifico bancario o bonifico postale.

Per l’acquirente

Se hai vinto, lo saprai subito accedendo all’area riservata sul portale della lotteria degli scontrini. L’Agenzia delle dogane e dei monopoli comunica comunque la vincita tramite:

  • PEC (se ne hai registrata una)
  • o raccomandata AR.

Per l’esercente

Se hai vinto, lo saprai subito accedendo alla tua area riservata della lotteria. L’esercente è individuato sulla base del numero di partita IVA memorizzato nella banca dati “sistema lotteria”.

La comunicazione è effettuata tramite:

  • PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata disponibile sull’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (INI-PEC)
  • o tramite raccomandata AR al domicilio fiscale.

È garantita in ogni momento la riservatezza dell’identità del vincitore. In entrambi i casi, verrà segnalato l’obbligo di recarsi, entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione, presso l’Ufficio ADM.

L’ADM è l’ufficio delle dogane e monopoli territorialmente competente, in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. Lì va effettuata l’identificazione e l’indicazione delle modalità di pagamento.

Segui le istruzioni che troverai nell’avviso e reclama il premio. Se passati i 90 giorni dalla ricezione della comunicazione il premio non verrà reclamato, sarà versato all’erario.

Quindi non c’è altro da dire che buona fortuna!

fonte: https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/