banconote da 500 euro

Banconota da 500 Euro, che fine ha fatto?

In effetti vedere una banconota da 500 Euro è diventato molto difficile, questo taglio però ha ancora valore legale, ti spiego perchè allora non ce ne sono più in giro.

500 Euro, la banconota viola

La banconota da 500 Euro è il taglio di maggior valore esistente al mondo. Di tagli ancora maggiori ce ne sono stati, in passato il Dollaro è stato stampato anche in tagli superiori (fino a 100.000 $), ma oggi il taglio massimo per questa divisa è di 100 Dollari.

 

È entrata ufficialmente in circolazione, come tutte le banconote in Euro, il primo gennaio 2002. È una grossa banconota di colore viola, inizialmente se ne vedevano diverse in giro, ma ora sono quasi del tutto sparite. Perché?

Banconote da 500 e riciclaggio del denaro

I fenomeni che hanno portato alla sparizione di queste banconote sono tre:

  • la tesaurizzazione
  • il trasferimento del denaro all’estero
  • il riciclaggio del denaro

La tesaurizzazione è quel fenomeno per cui una buona parte del denaro stampato in realtà non circola. I risparmiatori non sempre si avvalgono di strumenti finanziari per conservare il loro denaro. Molto spesso si affidano al contante che conservano gelosamente in casa o in cassette di sicurezza. Per i risparmiatori i tagli più grandi sono quelli preferiti perchè con queste banconote i loro risparmi occupano poco spazio. Molte delle banconote da 500 euro servono a comporre i tesoretti liquidi di tante famiglie italiane.

banconota da 500 euro

Per l’elevato valore in uno spazio ridotto queste banconote sono state largamente utilizzate per il trasferimento illecito di denaro all’estero. Una notizia che mi colpì, un po’ di tempo fa, raccontava che a una frontiera era stata fermata una persona che aveva infilato in un pacchetto di sigarette, avvolgendole proprio come se fossero sigarette, 30 banconote da 500 € per un totale di 15.000€. Una somma elevata per un solo pacchetto, pensate come era facile (tecnicamente lo è ancora) portare all’estero somme cospicue con queste banconote di grosso taglio.

Il riciclaggio è quell’attività finalizzata a dare una facciata di liceità a denaro guadagnato con metodi illeciti. Anche in questa attività, la possibilità di traferire grosse somme di denaro occupando piccoli volumi, ha favorito movimentazioni illecite da soggetti criminali (sopratutto trafficanti di armi e droga) a soggetti in grado di ripulire il denaro sporco.

La sospensione della circolazione e della stampa dei 500€

Per i motivi appena visti si è arrivati, molto tardivamente, alla decisione di sospendere la stampa delle grosse banconote viola. È un taglio che non apporta benefici all’economia e che anzi favorisce le attività illecite. Se ci aggiungiamo il fatto che in molti Stati dell’Unione Europea che adottano l’Euro, si sta cercando di spingere l’uso del denaro elettronico, allora questo taglio diventa decisamente anacronistico.

Nel 2016 il consiglio direttivo della Banca Centrale Europea ha emanato una direttiva con la quale si calendarizzava la sospensione della circolazione di queste banconote, che comunque già non venivano più stampate dal 2014.

All’inizio del 2019 nella maggior parte degli stati europei la banconota da 500€  è uscita ufficialmente dalla circolazione (ma non ha perso valore legale!). A partire dal successivo mese di Aprile 2019 anche l’Austria e la Germania, (ultimi rimasti) hanno sospeso la circolazione del taglio.

Le banconote da 500€ continueranno ad avere valore legale per sempre. Se ne fossi in possesso non ti preoccupare, le banche sono tenute a cambiarle. In aggiunta, proprio per il fatto che il valore legale è inalterato, questa banconota può essere tranquillamente spesa, la maggior parte dei commercianti la accetterà senza battere ciglio.