Attestato di certificazione energetica

Sono valide le Linee Guida Nazionali per la certificazione energetica, emanate con il DM del 26 giugno 2009. L’Attestato di Certificazione Energetica è richiesta per tutte le unità abitative sia di nuova che di vecchia costruzione e dà i livelli di valutazione energetica già adottati per gli elettrodomestici.

È stata istituita a la figura di “Certificatore Energetico”. È un tecnico abilitato che può operare in veste di dipendente di:

  • enti e organismi pubblici
  • società di servizi pubbliche
  • società di servizi private, comprese società di ingegneria

il Certificatore Energetico può operare anche in veste di professionista sia libero sia associato.

Possono quindi eseguire la certificazione energetica anche:

  • enti pubblici
  • organismi di diritto pubblico operanti nel settore dell’energia
  • organismi pubblici o privati qualificati ad effettuare attività di ispezione nel settore delle costruzioni edili, opere di ingegneria civile in generale e impiantistica connessa

purché accreditati e le società di servizi energetici (ESCO) sempre che svolgano l’attività con un tecnico o con un gruppo di tecnici abilitati.

Il Certificato dovrà essere presentato sia all’atto di una vendita che all’atto del contratto di affitto.
La certificazione è a spese del proprietario, la mancata consegna dell’attestato di certificazione energetica legittima la richiesta di risoluzione del contratto e quella di risarcimento dei danni subiti.