Logo Mutuo Prestito Guide sul mutuo prestito, mutuo online,  informazioni per la scelta del mutuo casa.

Mutuo agevolato giovani coppia

Le giovani coppie intenzionate ad accendere un mutuo agevolato possono talvolta usufruire di agevolazioni particolari, come previsto dall'art. 46, comma 2 della legge 289/2002 (Finanziaria per il 2003) del Ministero del Lavoro. Esiste un contributo annuale attinto dalle risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali, a favore delle giovani coppie, per la concessione del mutuo agevolato prima casa, gestito dalle regioni.

Altre agevolazioni importanti per i mutui sono la possibilità di ottenere i tassi di interesse più bassi rispetto alle offerte di mutuo tradizionali, finanziamenti che arrivano a coprire quasi la totalità del valore dell'immobile, ridotte tempistiche di erogazione del mutuo ed agevolazioni di istruttoria. Alcune banche offrono inoltre, mutui che prevedono una fase iniziale (anche di 5 anni) di preammortamento in cui la rata è minima. Nella pianificazione economica delle spese pre e post matrimonio è necessario valutare l'ordine di grandezze della cifra di cui si ha bisogno. Le spese del mutuo vengono sottratte direttamente dall'importo che vi sarà erogato dall'istituto di credito.

Come ottenere il mutuo: chiedendo un prestito ad una banca, ad un istituto di credito fondiario o a delle società finanziarie specializzate, informandosi sulle diverse condizioni offerte, soprattutto per quel che riguarda il finanziamento.

Agevolazioni per giovani coppie richiedenti un prestito mutuo o finanziamento per la prima casa

Mutuoi agevolati per giovani coppie

Il mutuo viene restituito con rate mensili, trimestrali o semestrali: ogni istituto di credito ha le proprie offerte ed esistono diverse soluzioni.
Ad ogni modo è consigliabile affidarsi a banche e società conosciute, definendo in anticipo e per iscritto condizioni e clausole.

Banche ed istituti di credito, solitamente, coprono fino al 75% del valore dell'immobile, le società finanziare arrivano all'85 per cento; le banche possono chiedere più di 1 mese per il finanziamento mentre le società finanziarie scendono a 15, 20 giorni.

Il Tasso di interesse è una somma che dovrà essere restituita oltre al capitale. Il mutuo può essere a tasso fisso, variabile o misto.

Caratteristica del Tasso fisso è che l'importo da restituire rimane sempre lo stesso, si concorda durante la fase iniziale con la banca stessa, insieme al tasso di interesse. La rata del mutuo rimane costante e con le medesime condizioni fino all'estinzione del mutuo stesso. La formula a tasso fisso può essere utile quando si hanno entrate fisse.

Caratteristica del Tasso variabile è che il tasso di interesse cambia nel tempo, in base al costo del denaro; la rata si abbassa o si alza, se il costo del denaro scende o sale.

Caratteristica del Tasso misto è che la rata rimane costante per un certo periodo, almeno 6 mesi, poi diventa variabile oppure, parte della rata è calcolata con tasso fisso e parte con tasso variabile.

 

I documenti da presentare sono:
La Carta di identità e il codice fiscale;
i dati anagrafici, stato di famiglia, certificato di residenza, talvolta il certificato di nascita e di cittadinanza;
i reddituali che servono per dimostrare quanto guadagni.
Per i lavoratori dipendenti è richiesto il Modello 101, le ultime buste paga, una dichiarazione del datore di lavoro.
Per i lavoratori autonomi sono richiesti gli ultimi modelli 740 (o Unico), l’iscrizione alla Camera di Commercio, la fotocopia degli estratti conto bancari degli ultimi mesi.

Per i tecnici sono richiesti i documenti relativi all'immobile, la fotocopia dell'atto preliminare di compravendita, dell'atto di provenienza e la planimetria catastale.

 

Articoli collegati a questa pagina:

Consigli Mutuo

Confronto Mutuo

 

Confronta le varie offerte di mutuo con un broker specializzato