Logo Mutuo Prestito Guide sul mutuo prestito, mutuo online,  informazioni per la scelta del mutuo casa.

Ipoteca

L' ipoteca  ha lo scopo di tutelare la banca in caso di mancato rispetto delle condizioni contrattuali da parte del debitore, in caso di insolvenza del mutuatario, permette all'istituto mutuante il diritto di espropriare e di vendere il bene ipotecato che in genere è  l'immobile per il quale è stato acceso il mutuo. Esistono differenti tipi di ipoteca.

  • ipoteca volontaria: è la più comune nel caso di mutui,  iscritta dal mutuatario sull'immobile che desidera acquistare (o su qualsiasi altro bene del quale sia il legittimo proprietario) e che intende porre a garanzia del debito e  nasce sempre con il consenso esplicito del mutuatari.
  • ipoteca giudiziale e ipoteca legale: vengono iscritte rispettivamente in virtù di una sentenza del giudice e di una norma legislativa, si tratta, ad ogni modo, di due forme di ipoteca che in genere ricorrono molto meno rispetto alla prima menzionata (cui si farà specificatamente riferimento nel corso della trattazione).

Quando il debitore estingue il debito ad essa collegato l'ipoteca perde ogni valore. Una volta che il mutuatario ha terminato di pagare l' ultima rata del mutuo.

Ipoteca, imposta dalle banche per la garanzia del loro finanziamento

Immagine simbolica dell ipoteca sulla casa

L'efficacia e la validità dell' ipoteca cessano di esistere una volta che il mutuatario ha terminato di pagare l'ultima rata del mutuo e nessun ente o soggetto potrà più servirsene per venire in possesso del bene su cui essa era stata posta e nel caso dei mutui, l'immobile desiderato. Nelle circostanza sin ora delineate di fatto non cancella l'ipoteca che, benché assolutamente inutilizzabile, continuerà a risultare formalmente associata all'immobile. Invece per la cancellazione definitiva esistono diverse situazioni che danno luogo a questo fenomeno, la più comune delle quali è la circostanza in cui trascorra un determinato periodo di tempo dall'iscrizione dell'ipoteca senza che questa sia stata rinnovata.

Questo limite è fissato a 20 anni dalla normativa italiana, una volta passati questa sarà automaticamente cancellata, senza doversene occupare personalmente con formalità burocratiche o spese notarili.

In conclusione  chi avesse intenzione di stipulare un mutuo della durata superiore a 20 anni, dovrà tener conto che al raggiungimento del tempo limite dovrà rinnovare l'ipoteca e quindi andar incontro a spese notarili.

 

Altre guide collegate alla eliminazione e cancellazione dell' ipoteca:

Estinzione mutuo

Estinzione muto anticipata

Mutuo accollo

Mutui ipotecari