Logo Mutuo Prestito Guide sul mutuo prestito, mutuo online,  informazioni per la scelta del mutuo casa.

Elenco cattivi pagatori

L' elenco cattivi pagatori è una banca dati dove chi ha avuto qualche problema nel restituire un prestito di una banca o ad una finanziaria viene inserito. La totalità delle società finanziarie e banche prima di concedere un prestito ai propri clienti, si informano sulla loro solvibilità, per avere maggiori garanzie che una volta ricevuto il finanziamento, siano poi in grado di restituirlo senza problemi.
Le informazioni vengono raccolte tramite:

Banche dati con l' elenco dei cattivi pagatori che hanno mancato pagamenti di prestiti, mutuo, finanziamento.

Elenco cattivi pagatori banche dati

  • centrali rischi pubbliche: sono la Centrale Rischi della Banca d‘ Italia, che riguarda esposizioni (mutui, anticipazioni, aperture di credito ecc…) pari o superiori a 75.000,00 € e la Centrale Rischi della SIA (Società Interbancaria per l’ Automazione), che riguarda esposizioni fra i 31.246,00 € e i 74.990,00 €.
  • centrali rischi provate: sono società di raccordo del sistema bancario, che custodiscono i dati di esposizioni relative anche a pochi migliaia di Euro (importi che vanno da 0 a 31.246,00 €) e che sono costituite per fornire alle banche e alle finanziarie che vi aderiscono un servizio certamente prezioso, finalizzato a limitare i rischi nella concessione del credito, ma che possono creare anche qualche problema a coloro che sono censiti in tali archivi se le informazioni non sono corrette o non aggiornate.
    Fra le più note attualmente in funzione in Italia vi sono la CRIF la CTC, l‘ Experian ed altre ancora.

Il codice di deontologia e buona condotta regola il tempo di conservazione dei dati ed è organizzato per le bacne date cattivi pagatori nel seguente modo:

  • Richieste di finanziamento: 1 mese in caso di rifiuto della richiesta o rinuncia, 6 mesi qualora l’istruttoria lo richieda;
  • Rapporti di credito che si sono svolti positivamente (senza ritardi o altri eventi negativi): dopo il 30 giugno 2005 i dati verranno  conservati per 36 mesi dal Crif, altrimenti 5 anni;
  • Morosità di due rate o di due mesi poi sanate: 12 mesi dalla regolarizzazione;
  • Eventi negativi  non sanati (morosità, gravi inadempimenti, sofferenze):  36 mesi dalla data di scadenza contrattuale o dalla dell'ultimo aggiornamento;

I clienti hanno sempre il diritto di chiedere informazioni sui propri dati personali detenuti da banche dati cattivi pagatori, società finanziarie, centrali rischi private e pubbliche e  possono chiedere informazioni in merito alla loro provenienza, oppure chiederne la cancellazione dalle banche date cattivi pagatori.

 

Guida correlata ai cattivi pagatori e banche dati collegate:

Credit Scoring

Mutuo cattivi pagatori